LEONARDOFincantieri
Viaggi RID
anteprima logo RID Varato il primo PPA THAON DI REVEL

Oggi, presso il cantiere Fincantieri di Muggiano (La Spezia), il primo PPA classe THAON DI REVEL è stato varato alla presenza del Ministro della Difesa Elisabetta Trenta, del Capo di Stato Maggiore della Marina, Amm. Valter Girardelli, e dell’AD di Fincantieri Giuseppe Bono. L’unità, che è in variante LiGHT, HA UN DISLOCAMENTO A pieno carico di 6.270 t che saliranno di un centinaio per le varianti Full, ed una lunghezza di 132,5 m, farà la sua prima uscita in mare nell’ottobre di quest’anno. La consegna è prevista nell’aprile 2021. Il secondo PPA è sempre un Light, il terzo un Light Plus, mentre il primo Full sarà il quarto. La nave ha un sistema di combattimento Leonardo ed una suite di guerra elettronica di Elettronica, ed ha tutti i volumi e le predisposizioni per evolvere in variante Full. Per quanto riguarda quest’ultima, una delle ultime novità riguarda la dotazione dei missili antinave/land attack TESEO EVO, qualora la MM decidesse effettivamente di installarli dando corso ad una delle opzioni previste, che sarebbe di 2 rampe binate sovrapposte per un totale di 4 missili. Peraltro, lo sviluppo del missile TESEO EVO potrebbe partire già nelle prossime settimane considerando che nell’ultimo DPP era già allocato il primo milioni del programma. In pratica la variante Full dei PPA costituirà un'unità di prima linea ad altissima polivalenza, con capacità che andranno dall'anti-balistico al land attack. A margine della cerimonia, l’AD di Fincantieri Giuseppe Bono ha confermato che a breve potrebbe essere concesso a Fincantieri anche il contratto per i nuovi sottomarini U-212 NFS – anche se i numeri non sono ancora consolidati, dipende dallo stanziamento (2 battelli, 2+2 o 1+1) – mentre l’Amm. Girardelli ha confermato i progetti futuri per unità di seconda linea, un progetto che interessa anche a Francia, Polonia e Romania, rimpiazzo dei DDG DE LA PENNE, cacciamine, ecc. Tutti i dettagli su RID 7/19.

a cura di
anteprima logo RID Domani il varo del primo PPA

Presso il cantiere Fincantieri di Muggiano (La Spezia) il capoclasse dei nuovi Pattugliatori Polivalenti d’Altura, PPA, è pronto per il varo, che avverrà domani sabato 15 giugno.

a cura di
anteprima logo RID Fincantieri e Naval Group: si parte

E’ stata firmata oggi, a bordo della Fregata MARTINENGO ormeggiata all’interno dell’Arsenale della Spezia, l’intesa tra Fincantieri e Naval Group che era stata annunciata ad Euronaval lo scorso ottobre. La firma è stata apposta dai 2 AD, Giuseppe Bono e Hervè Guillou. L’accordo dà vita ad una società paritetica (50% Italia e 50% Francia) che si occuperà dei programmi bi-nazionali, di ricerca e innovazione, dell’export di alcune tipologie di unità militari, in particolare corvette e fregate, e del procurement. La sede operativa è Genova, mentre in Francia è sita la sede della ricerca e sviluppo. Il Presidente è Giuseppe Bono e l'AD Claude Centofanti, mentre il CDA avrà 6 membri: 3 per parte. Secondo quanto dichiarato da Bono e Guillot la joint venture è un primo passo di un piu' ampio processo di consolidamento della cantieristica europea, ma al momento non sono stati forniti dettagli sugli step successivi. Bono si è detto fiducioso inoltre che nelle prossime settimane possa arrivare il parere positivo delle autorità antitrust europee circa l'acquisizione da parte di Fincantieri di Chantiers de l'Atlantique, che è separata, come sottolineato piu' volte oggi, dalla joint venture nata oggi. Quest'ultima si occuperà soprattutto di ricerca e sviluppo, con 5 progetti già in atto, uno europeo e gli altri bilaterali, e di export, garantendo alle 2 società "madre" una fetta di mercato accessibile compresa tra il 25% ed il 28%. Tutti i dettagli su RID 7/19.

a cura di
anteprima logo RID Petroliere in fiamme, una prima analisi

Ad oltre 24 ore dalle esplosioni che hanno gravemente danneggiato la Front Altair e la Kokuka Courageous cominciano ad emergere pochi, ma interessanti dettagli. 

a cura di
anteprima logo RID Carri ARIETE in Lettonia

L’Italia ha rafforzato il proprio contingente in Lettonia – inserito nel battle group a guida canadese della Enhanced Forward Presence (EFP) NATO – con una piccola aliquota di carri ARIETE (dovrebbero essere 4-6). Due giorni fa, durante l'avvicinamento nella base di Adazi, avvenuto alla presenza del Capo di Stato Maggiore della Difesa, Gen. Enzo Vecciarelli, tra il 9° Rgt. Alpini ed il 1° Rgt. Bersaglieri, si potevano vedere i carri assieme a veicoli da combattimento per la fanteria DARDO. Il dispositivo EFP è stato creato dopo dopo il summit di Varsavia del 2016 per rispondere alla crisi ucraina e rassicurare i Paesi baltici e dell’Est Europa. Il carro ARIETE, che non veniva dispiegato in teatro all’estero da oltre 10 anni, sarà oggetto come noto di un programma di aggiornamento già pianificato e finanziato.

a cura di
anteprima logo RID Fincantieri - Naval Group: domani la firma

Verrà firmata domani, a bordo della Fregata MARTINENGO ormeggiata all’interno dell’Arsenale della Spezia, l’intesa tra Fincantieri e Naval Group che era stata annunciata ad Euronaval lo scorso ottobre.

a cura di
anteprima logo RID Petroliere in fiamme nel Golfo

Sospetti, non confermati, che almeno una nave sia stata colpita da un siluro. 

a cura di
anteprima logo RID M-345: firmato contratto per secondo lotto AM

Leonardo ha reso noto di aver firmato con la Direzione Armamenti Aeronautici e per l’Aeronavigabilità il contratto per la fornitura all’Aeronautica Militare del secondo lotto di addestratori intermedi M-345. In particolare, il contratto comprende 13 velivoli, i sistemi di addestramento e di simulazione a terra e il supporto logistico per 5 anni per un valore complessivo di 300 milioni di euro. Tutti i dettagli su RID n.7 e n.8.

a cura di
anteprima logo Stato Maggiore Difesa Libano: le "Guide" cedono il comando di ITALBATT

Nella base militare di Al Mansouri, nell’area di operazioni a guida italiana nel sud del Libano, si è tenuta la cerimonia del passaggio di responsabilità del contingente di ITALBATT, tra i Cavalleggeri del reggimento “Guide” (19°) di Salerno ed il reggimento “Lancieri di Aosta” (6°) di Palermo. Il Colonnello Giacomo Giannattasio, dopo circa sette mesi, ha ceduto la responsabilità dell’area di competenza nazionale nella “terra dei cedri” al paritetico Mario Ciorra della Task Force di manovra di ITALBATT, unità su base reggimento cavalleggeri “Guide”, dispiegato in teatro d’operazioni con il battaglione “Cernaia” dell’8° reggimento bersaglieri. Da ottobre dello scorso anno, i peacekeepers italiani hanno operato nell’area sotto l’egida delle Nazioni Unite e nel rispetto della risoluzione 1701 del 2006. In questo perido sono state condotte oltre 10.000 attività di pattugliamento, di cui oltre 1.000 in stretta cooperazione con l’Esercito libanese delle LAF (Lebanese Armed Forces), con particolare attenzione mirata al pattugliamento lungo la linea di demarcazione denominata Blue Line, per il controllo della cessazione delle ostilità tra Libano e Israele. Grazie alla sinergia raggiunta con i colleghi libanesi, a favore dei quali sono stati organizzati 21 corsi di formazione ed aggiornamento, i militari italiani hanno condotto per la prima volta un’esercitazione congiuta con le LAF nella base libanese di Chawakeer, nei pressi della città di Tiro. Con il medesimo concreto approccio, si sono svolte le numerose attività di cooperazione con le istituzioni locali. Donazioni di attezzature ed ausili didattici per l’istruzione, nonché di materiale sanitario, hanno raggiunto tutte le 19 municipalità esistenti nell’area. L’impegno dei caschi blu italiani è stato, inoltre, rivolto alle scuole primarie, nelle quali più di 2.500 alunni hanno partecipato a corsi di igiene, disegno e sulla prevenzione da incidenti domestici. Le attività non hanno trascurato la dimensione femminile nell’ottica della prospettiva gender, aspetto ormai fondamentale nella condotta delle operazioni internazionali delle Nazioni Unite. Per questo, sono stati organizzati diversi corsi di cucito indirizzati alle donne della municipalità di Burj Shamali e una conferenza sulla prevenzione del tumore al seno svolta presso la base italiana di Al Mansouri, a cui hanno partecipato circa 40 donne dei villaggi limitrofi. Infine, grazie al contributo spontaneo di tutti gli effettivi al reggimento “Guide”, sono state indette quattro borse di studio intitolate al Caporal Maggiore Scelto Massimo Vitaliano, caduto nel 2006 a Nassiriya (Iraq) a seguito di incidente stradale, tese a premiare il disegno più bello sul tema della “Pace” tra gli studenti delle scuole medie dei villaggi di Ayn Ball, Al Qualaylah, Majda Zun e Al Mansouri. Nel suo discorso di commiato, il Colonnello Giacomo Giannattasio ha ringraziato le tantissime Autorità locali civili e religiose incontrate quotidianamente nel corso di questi mesi. La collaborazione con esse ha reso possibile la condivisione di una linea di azione comune, mirata ai bisogni della popolazione. Il Comandante della Joint Task Force Lebanon - Sector West della missione UNIFIL, Generale di Brigata Bruno Pisciotta, ha presenziato alla cerimonia e, nell’occasione, ha ringraziato il Colonnello Giannattasio per gli altissimi risultati conseguiti, affermando che “siamo qui per il popolo libanese e per portare la pace. Solo questo deve ispirare le nostre azioni quotidiane”. Il Reggimento “Lancieri di Aosta” (6°), che da oggi costituisce il core di ITALBATT, è stato costituito il 16 settembre 1774 nell’ambito della riforma dell’esercito del Regno di Sardegna ed ha sede a Palermo presso la caserma “Generale Antonino Cascino”.

a cura di
anteprima logo Esercito Italiano Addestramento per il supporto alla Protezione Civile

Esercitazione congiunta di Protezione Civile, organizzata dalla Regione Friuli Venezia Giulia nel distretto “Meduna-Cellina".

a cura di
anteprima logo Marina Italiana Marina Militare: presentate le campagne d'istruzione 2019

Civitavecchia. E’ terminata da pochi minuti la presentazione delle campagne d’istruzione 2019 della Marina Militare che si è tenuta sulla Nave Scuola Amerigo Vespucci ormeggiata da ieri pomeriggio nel porto di Civitavecchia. 

a cura di
anteprima logo Aeronautica Italiana TYPHOON pronti al QRA in Romania

La Task Force Air 4th Wing pronta a contribuire alla sicurezza dei cieli della Romania nell'ambito delle operazioni di Enhanced Air Policing.

a cura di
  1 2 3 4 5 6 7 8 Next >>