Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Unione Europea
Dan Cooper Offline
Posting Freak
*****

Messaggi: 6.809
Discussioni: 35
Registrato: May 2017
RE: Unione Europea
(16-05-2019, 09:37 AM)Eddie Ha scritto: Il sovranismo europeo lo trovo pienamente condivisibile,  purtroppo mi sembra che quando si parla genericamente di sovranisti ci si riferisca a visioni più di  campanile, a livello di singoli stati quando non di regioni o di enclave e sottoterritori vari.  Qui in Toscana abbiamo un campanilismo che scende quasi a livello di numero  civico,  ma trovo che debba esistere solo a livello di simpatico sfotto',  poi rimboccarsi le maniche e spingere tutti nella stessa direzione.

Certe tradizioni tipicamente medievali, saranno anche belle colorate e folcloristicamente utili per il turismo, 
però nel terzo millennio sono decisamente anacronistiche e geopoliticamente controproducenti. 
Il guaio è che culturalmente sopravvivono ancora grazie a certi ambenti che le alimentano (idem per i dialetti locali).

Come ho scritto in altro 3D, credo che i cosiddetti "sovranisti" abbiano ancora parecchio da imparare politicamente sul concetto di "sovranità" e di potenze sovrane in un mondo multipolare. 
Hanno già fatto un discreto passo in avanti passando dai campanili, alle contrade e dai comuni alla nazione (ci hanno messo 30 anni). 

Ora dovrebbero fare il salto di qualità NECESSARIO a garantire una vera sovranità ai popoli europei e non ascoltare il buon Steve Bannon che pensa alla sovranità di casa sua (quella a stelle e strisce) e suggerisce strategie consone (pro domo loro).

Finché rimarremo ancorati al concetto di Stati nazionali in Europa, saremo tante "impotenze a sovranità limitata", divise, ognuna vassalla di qualche potenza geopolitica.
Il buon Niccolò, che aveva una visione con orizzonte temporale molto lungo, è attualissimo ancora oggi indicandoci la strada per un Rinascimento europeo e il trattato di Aquisgrana del gennaio di quest'anno è un timido segnale che va in quella direzione.
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 16-05-2019, 10:38 AM da Dan Cooper.)
16-05-2019, 10:26 AM
Cerca Cita messaggio
Eddie Offline
Member
***

Messaggi: 235
Discussioni: 0
Registrato: Oct 2017
RE: Unione Europea
.... garantire una vera sovranità ai popoli europei....

Il nocciolo del problema,  IMHO, sta tutto in questa frase, che andrebbe corretta in " al popolo europeo ".
Finché in Italia ogni uno si tiene il suo dialetto e le sue tradizioni, ma quando ci si deve rimboccare le maniche si deve ragionare come ITALIANI, così bisogna che in Europa si impari a sentirsi prima come EUROPEI, ed all' interno del popolo europeo ben vengano i localismi e le tradizioni,  finché rimangono tali e secondari.

P.s. ed ora non cominciamo a dire "ma è colpa loro", " ma sono loro per primi a" perché finché  ci sarà  un "loro " e  non un "noi" non andremo da nessuna parte. 
16-05-2019, 10:59 AM
Cerca Cita messaggio
Dan Cooper Offline
Posting Freak
*****

Messaggi: 6.809
Discussioni: 35
Registrato: May 2017
RE: Unione Europea
(16-05-2019, 10:59 AM)Eddie Ha scritto: .... garantire una vera sovranità ai popoli europei....

Il nocciolo del problema,  IMHO, sta tutto in questa frase, che andrebbe corretta in " al popolo europeo ".
Finché in Italia ogni uno si tiene il suo dialetto e le sue tradizioni, ma quando ci si deve rimboccare le maniche si deve ragionare come ITALIANI, così bisogna che in Europa si impari a sentirsi prima come EUROPEI, ed all' interno del popolo europeo ben vengano i localismi e le tradizioni,  finché rimangono tali e secondari.

P.s. ed ora non cominciamo a dire "ma è colpa loro", " ma sono loro per primi a" perché finché  ci sarà  un "loro " e  non un "noi" non andremo da nessuna parte. 

Naturalmente, per UNIRE è condizione sine qua non avere unità di intenti.
Ecco perché trovo che la via più semplice non sia quella di riformare l'Europa partendo da 27 differenti punti di vista (tra l'altro con interessi nettamente differenti), ma quello di procedere partendo da un nucleo fondante dei due paesi più rappresentativi e dotati di influenza politica: Francia e Germania.
Prima bisogna creare "massa critica" con unità di intenti...

Mi pare che i passi recenti di Macron, Merkel vadano timidamente in questa direzione.
16-05-2019, 11:11 AM
Cerca Cita messaggio
Dan Cooper Offline
Posting Freak
*****

Messaggi: 6.809
Discussioni: 35
Registrato: May 2017
RE: Unione Europea
Ue: Merkel allude a un suo ruolo a Bruxelles in futuro

Citazione:Dopo avere annunciato il 29 ottobre 2018 il proprio ritiro da ogni attività di governo al termine del suo mandato nel 2021 e aver respinto ogni ipotesi di un suo ruolo nell'Ue, il cancelliere tedesco Angela Merkel pare alludere oggi a un possibile incarico nell'Unione europea. In un'intervista al quotidiano tedesco “Sueddeutsche Zeitung”, Merkel si dice “preoccupata” per l'Ue e aggiunge: “Sorge in me un grande senso di responsabilità, di occuparmi con gli altri del destino di questa Europa”. Paiono dunque riprendere slancio le ipotesi secondo cui Merkel potrebbe succedere a Donald Tusk come presidente del Consiglio europeo. Tuttavia, nella stessa intervista con la “Sueddeutsche Zeitung”, il cancelliere tedesco ha ribadito la propria intenzione di non esercitare più incarichi politici dopo la conclusione del mandato. In particolare, Merkel ha affermato che la sua decisione di non ricandidarsi alla presidenza dell'Unione cristiano-democratica (Cdu), annunciata il 29 ottobre scorso, è “inseparabile dalla decisione di non essere più in politica dopo il 2021”.

[Immagine: merkel.jpg]
16-05-2019, 01:17 PM
Cerca Cita messaggio
Giarabub Offline
Member
***

Messaggi: 245
Discussioni: 0
Registrato: Jan 2019
RE: Unione Europea
(16-05-2019, 11:11 AM)Dan Cooper Ha scritto:
(16-05-2019, 10:59 AM)Eddie Ha scritto: .... garantire una vera sovranità ai popoli europei....

Il nocciolo del problema,  IMHO, sta tutto in questa frase, che andrebbe corretta in " al popolo europeo ".
Finché in Italia ogni uno si tiene il suo dialetto e le sue tradizioni, ma quando ci si deve rimboccare le maniche si deve ragionare come ITALIANI, così bisogna che in Europa si impari a sentirsi prima come EUROPEI, ed all' interno del popolo europeo ben vengano i localismi e le tradizioni,  finché rimangono tali e secondari.

P.s. ed ora non cominciamo a dire "ma è colpa loro", " ma sono loro per primi a" perché finché  ci sarà  un "loro " e  non un "noi" non andremo da nessuna parte. 

Naturalmente, per UNIRE è condizione sine qua non avere unità di intenti.
Ecco perché trovo che la via più semplice non sia quella di riformare l'Europa partendo da 27 differenti punti di vista (tra l'altro con interessi nettamente differenti), ma quello di procedere partendo da un nucleo fondante dei due paesi più rappresentativi e dotati di influenza politica: Francia e Germania.
Prima bisogna creare "massa critica" con unità di intenti...

Mi pare che i passi recenti di Macron, Merkel vadano timidamente in questa direzione.

Su questo punto non ti seguo: il nucleo è costituito solo dai paesi fondatori. A mio avviso la framania è ancora troppo legata ad interessi di parte
16-05-2019, 01:59 PM
Cerca Cita messaggio
Dan Cooper Offline
Posting Freak
*****

Messaggi: 6.809
Discussioni: 35
Registrato: May 2017
RE: Unione Europea
(16-05-2019, 01:59 PM)Giarabub Ha scritto:
(16-05-2019, 11:11 AM)Dan Cooper Ha scritto:
(16-05-2019, 10:59 AM)Eddie Ha scritto: .... garantire una vera sovranità ai popoli europei....

Il nocciolo del problema,  IMHO, sta tutto in questa frase, che andrebbe corretta in " al popolo europeo ".
Finché in Italia ogni uno si tiene il suo dialetto e le sue tradizioni, ma quando ci si deve rimboccare le maniche si deve ragionare come ITALIANI, così bisogna che in Europa si impari a sentirsi prima come EUROPEI, ed all' interno del popolo europeo ben vengano i localismi e le tradizioni,  finché rimangono tali e secondari.

P.s. ed ora non cominciamo a dire "ma è colpa loro", " ma sono loro per primi a" perché finché  ci sarà  un "loro " e  non un "noi" non andremo da nessuna parte. 

Naturalmente, per UNIRE è condizione sine qua non avere unità di intenti.
Ecco perché trovo che la via più semplice non sia quella di riformare l'Europa partendo da 27 differenti punti di vista (tra l'altro con interessi nettamente differenti), ma quello di procedere partendo da un nucleo fondante dei due paesi più rappresentativi e dotati di influenza politica: Francia e Germania.
Prima bisogna creare "massa critica" con unità di intenti...

Mi pare che i passi recenti di Macron, Merkel vadano timidamente in questa direzione.

Su questo punto non ti seguo: il nucleo è costituito solo dai paesi fondatori. A mio avviso la framania è ancora troppo legata ad interessi di parte

Ma come abbiamo sottolineato poc'anzi, non basta UNIRE, è condizione necessaria e imprescindibile anche l'unità di intenti... 
L'Italia fino ad oggi ha dimostrato tutta questa comunità di intenti? Magari in un futuro gli potrebbe spuntare.
16-05-2019, 03:14 PM
Cerca Cita messaggio
Dan Cooper Offline
Posting Freak
*****

Messaggi: 6.809
Discussioni: 35
Registrato: May 2017
RE: Unione Europea
Macron non lo riconosco più... sarà l'effetto dei Gilet gialli e della campagna elettorale?

Macron takes aim at U.S. in push for fairer tech industry

Citazione:President Emmanuel Macron on Thursday took a swipe at the freewheeling U.S. business model, saying the private sector had too much influence on U.S. policy and Europe should offer a middle way between China’s state control and U.S. laissez-faire.
Speaking at the opening of a tech summit in Paris, Macron said he favored a toughening of merger and acquisition rules in Europe and that he wanted to make sure European software firms were not taken over by U.S. firms.
The French president, a former investment banker, has come under constant fire from opponents for being too close to big business and pushing through tax reforms that favor the wealthy. On Thursday, less than two weeks out from European elections in which he is under pressure from the far-right, he championed his call for ‘a Europe that protects’ by shielding its companies from being devoured by foreign corporate giants.
“The United States are a formidable continent but they have a model which is completely steered by big private sector players and which is no longer subject to democratic checks and balances,” Macron said at the end of a question and answer session at a tech summit in Paris.
Macron in particular wants Europe to be the global standard bearer for tougher regulation of digital technology, finding a way between what he calls an excessively lax United States and an over-restrictive China.
He is urging tech companies to do more for the “common good” in society, spearheading European efforts to force Google, Amazon, Facebook Inc and Apple Inc (GAFAs) to pay more tax at the source of revenue...

[Immagine: ?m=02&d=20190516&t=2&i=1387744182&w=1200...XNPEF4F0NO]
16-05-2019, 07:56 PM
Cerca Cita messaggio
Capitan Harlock Offline
Posting Freak
*****

Messaggi: 4.430
Discussioni: 6
Registrato: Nov 2015
RE: Unione Europea
Ragazzi, ma qualcuno di voi ha visto mai le edizioni dell'Eurofestival degli ultimi anni? Ecco, quello è uno splendido esempio dei "valori europei", della "cultura europea" prodotte da QUESTA Europa. Ma davvero si può pensare che basti una più stretta unione politico-amministrativa o anche militare a far sorgere "per magia" da QUESTA Europa quei valori identitari profondi, quelle tradizioni, quei sentimenti, quei miti fondativi che soli possono fare di un coacervo di popoli e lingue UN POPOLO e UNA CULTURA? Mi pare che si continui a mettere il carro davanti ai buoi, come fatto ininterrottamente dalla fine della guerra. Si è pensato che per realizzare l'unità dell'Europa bisognasse realizzare surrettiziamente, quasi inavvertitamente, a piccoli passi, una serie di sovrastrutture economiche, finanziarie, burocratiche e legislative che "costringessero" progressivamente i popoli europei a "ritrovarsi" un giorno, per incanto, uniti in "un'unica sorte". Questa ingegneria tecnocratica non funziona; peggio ancora è pericolosa. E' una sovrastruttura soffocante e arbitraria che può essere riempita da qualunque "contenuto ideale" si voglia. Non possiamo abbandonare le nostre pur modeste, deboli e litigiose identità storiche per ingollare questo nauseabondo e tossico beverone. Per fare davvero l'Europa bisogna invertire la logica usata, da una "top down" a un'altra "bottom up". Bisogna animare davvero un profondo, sincero, anche accanito e violento, "dibattito delle idee", una ricerca spassionata di ciò che davvero unisce i popoli e le culture europee, la definizione del nostro vero "minimo comune multiplo", la chiara "definizione del (nostro o nostri) nemico" per usare una imprescindibile categoria schmittiana...
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 23-05-2019, 01:52 PM da Capitan Harlock.)
23-05-2019, 01:45 PM
Cerca Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)