Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Segnali dallo spazio profondo
Danilo Offline
Posting Freak
*****

Messaggi: 1.962
Discussioni: 39
Registrato: Mar 2014
#9
RE: Segnali dallo spazio profondo
Non costituiamo una minaccia, siamo ancora molto primitivi,
come uomini Arboricoli se confrontati con il Sapiens di oggi,
l'autonomia e la velocità dei nostri oggetti Spaziali è molto limitata.
Che senso ha venire ad esplorarci ???
Qual è la ricchezza, le risorse che cercano???
Certe cose a ragionarci su prendono pieghe inquietanti.
Mi ricordo un fumetto, che parlava di una invasione Aliena nel Pianeta Terra.
Usarono l'arma Biologica per sterminare tutti gli Umani e solo allora si avvicinarono ed atterrarono,
prendendo possesso del globo terracqueo.
Altro Fumetto, molto conosciuto, sulla stessa lunghezza d'onda è "L'Eternauta".
Senatus.PopulusQue.Isaurum
PERPETUA ET FIRMA FIDELITAS.
Ordine e Progresso.
Quando il fanatismo ha incancrenito il cervello, l'infermità è incurabile. (VOLTAIRE)
18-12-2017, 10:28 PM
Cerca Cita messaggio
AJDPDR Offline
Posting Freak
*****

Messaggi: 3.317
Discussioni: 27
Registrato: Mar 2015
#10
RE: Segnali dallo spazio profondo
Questa mattina su 'Il Giornale' ...

... http://www.ilgiornale.it/news/politica/p...75148.html ...
Se ... se il pilota ci sa fare ... 
Insomma, se ... se è in gamba ... ti porta l'aereo così basso ... 
Eh, eh, eh, lei dovrebbe vederlo ! 
È uno spettacolo, un gigante come il B-52, brooom ! 
Coi gas di scarico t'arrostisce le oche vive, ah, ah, ah !
19-12-2017, 12:31 AM
Cerca Cita messaggio
TheRaptor Offline
Posting Freak
*****

Messaggi: 839
Discussioni: 1
Registrato: Aug 2017
#11
RE: Segnali dallo spazio profondo
(18-12-2017, 10:33 AM)FaC Ha scritto:
(18-12-2017, 01:44 AM)Danilo Ha scritto: Bho.
IMHO è facile pensare che in altri mondi si siano sviluppate forme di vita senzienti,
è un po' più difficile credere che questi Esseri riescano a viaggiare a velocita molto superiori a quelle della Luce,
per venire ad ammirare i terrestri nelle loro quotidiane faccende.

Non ci sarebbe la necessità di velocità ultra-fotoniche, in effetti: alternative ne esistono e numerose. Giusto per esemplificare si potrebbe pensare a viaggi con equipaggio ibernato o ospitato in arche autosufficienti che consentono la sopravvivenza per generazioni. Poi c'è sempre la soluzione del viaggio a curvatura che, a differenza delle velocità superiori a c è perfettamente compatibile con le teorie relativistiche ed ha una sola controindicazione, il consumo smodato di energia. Infine c'è l'ipotesi ancora più facile da concepire delle sonde automatiche (una sorta di UAV spaziali molto più progredite delle nostre Cassini o Deep Space). Ciò giustificherebbe anche il fatto che si limitino alla sola esplorazione senza tentare nessun contatto. 
Resta il quesito di fondo: "perché venire ad ammirare i terrestri nelle loro quotidiane faccende?" da vicino...
La cosa interessante sarebbe raffrontare l'umanità ad altre specie nell'arco di apprendimento. Il nostro è stato dannatamente veloce. Dal 1850 anno 2° rivoluzione industriale ad oggi 2017 abbiamo fatto cosi tanti progressi che non esistono parole per descrivere i milestone raggiunti. Abbiamo una conoscenza molto approfondita del nostro sistema solare e ottime base per tutto il resto, Edifici che sfiorano e presto supereranno il chilometro d'altezza, aerei che permettono di raggiungere ogni luogo del globo in giornata, Jet che superano mach 3 (con l'RS72 chissa poi...), tecnologie civili e belliche che nel 1850 neanche il più ardito scrittore di fantascienza avrebbero immaginato (Pensate a cosa sarebbe successo ai tripodi di Wells contro un esercito moderno Big Grin Big Grin ), automobili che superano facilemente 400 km/h e avvicinano i 500 km/h, treni da 600 km/h ( E in futuro con Hyperloop...), abbiamo 2 sonde funzionanti al difuori del nostro sistema solare, permanenza robotica intorno e su diversi pianeti con altro in arrivo, il potere di annientare la vita sul nostro pianeta (well... Angel ) o di difenderla da rocce non amichevoli ( Wink ). Permanenza fissa nello spazio, satelliti che hanno rivoluzionato la tecnologia e il nostro modo di vivere, abbiamo messo piede sulla Luna, e relativamente "presto" su Marte. Quest'anno abbiamo compiuto il primo passo di Breaktrought starshot lanciando in orbita satelliti da 4 grammi l'uno completamente funzionanti e in teoria con vele solari e laser abbiamo una tecnologia pronta a spingere questi satelliti al 20% della velocità della Luce permettendoci di conoscere approfonditamente il vicinato stellare (se nel 2050 lanceremo BS verso Alpha Centaury, 200 anni dopo esserci mossi più veloce di quanto permetta un cavallo, raggiungeremo un altra stella). Insomma si tratta di balzi enormi. Personalmente sono abbastanza orgoglioso di essere Homo sapiens Cool Big Grin .
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 19-12-2017, 12:22 PM da TheRaptor.)
19-12-2017, 12:16 PM
Cerca Cita messaggio
FaC Offline
Posting Freak
*****

Messaggi: 6.667
Discussioni: 47
Registrato: Feb 2015
#12
RE: Segnali dallo spazio profondo
C'è chi direbbe che la crescita degli ultimi 200 anni (o forse anche degli ultimi 3000) sta seguendo una curva esponenziale simile all'esplosione di una forma cancerosa... Speriamo che si sbaglino.
A parte ciò c'è da chiedersi se una curva dell'apprendimento simile possa ritenersi normale e, quindi, se ci si possa aspettare una cosa simile per tutte le altre (eventuali/ipotetiche) specie intelligenti dell'Universo. Perché se così fosse non ci potrebbe essere alcun rapporto o dialogo: se gli eventuali alieni fossero più progrediti di noi anche solo di un paio di secoli (ma sarebbe più probabile di almeno parecchi di millenni se non di più), con una crescita di conoscenze a questi tassi si troverebbero ad un livello di civilizzazione per noi al di fuori da ogni comprensione e/o comprensibilità. Probabilmente avrebbero già abbandonato la forma biologica per altri tipologie di esistenza.
Se, al contrario, noi dovessimo essere un'eccezione e gli alieni dovessero avere una crescita molto più lenta, allora si riproporrebbe lo scenario che Harry Turtledove ha immaginato per il suo ciclo di romanzi di fantascienza Invasione/Colonizzazione. E allora sì che saremmo percepiti come una cellula cancerosa da eliminare! Big Grin

In ogni caso, e tornando con i piedi per Terra, in tutti i sensi, ti consiglio la lettura del volume "Da animali a dèi. Breve storia dell'umanità" di Yuval Noah Harari nel quale si spiega in linguaggio molto semplice come l'Uomo (rectius l'Homo sapiens) si sia trasformato in quello che è raccontandosi storie e credendo in esse. E' una lettura interessantissima e fonte di scoperte insospettabili.
19-12-2017, 01:41 PM
Cerca Cita messaggio
AJDPDR Offline
Posting Freak
*****

Messaggi: 3.317
Discussioni: 27
Registrato: Mar 2015
#13
RE: Segnali dallo spazio profondo
Il Washington Post torna sull'argomento UFO ... e mette in evidenza l'apparente disinteresse del Pentagono ...  Huh

... The military keeps encountering UFOs. Why doesn’t the Pentagon care? ...


[Immagine: 4E5041B9-918D-47B7-8B7B-58767A99EB31-640x360.jpeg]
Se ... se il pilota ci sa fare ... 
Insomma, se ... se è in gamba ... ti porta l'aereo così basso ... 
Eh, eh, eh, lei dovrebbe vederlo ! 
È uno spettacolo, un gigante come il B-52, brooom ! 
Coi gas di scarico t'arrostisce le oche vive, ah, ah, ah !
10-03-2018, 09:55 PM
Cerca Cita messaggio
FaC Offline
Posting Freak
*****

Messaggi: 6.667
Discussioni: 47
Registrato: Feb 2015
#14
RE: Segnali dallo spazio profondo
Una volta il Washington Post era un giornale serio... una volta! Sad
10-03-2018, 11:31 PM
Cerca Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)