anteprima logo RID F-16 americani della Ohio ANG in Estonia 18-01-2018

Il 14 gennaio, 12 caccia F-16C Block 42 FIGHTING FALCON, appartenenti al 180° Fighter Wing della Ohio Air National Guard, sono atterrati nella base estone di Ämari come parte del dispositivo previsto dal Theater Security Package (TSP) 18.1 in supporto all’Operazione ATLANTIC RESOLVE. Oltre agli aerei ed ai rispettivi equipaggi, nelle 4 settimane precedenti l’ANG ha rischierato 275 tra tecnici ed operatori logistici del 112° Expeditionary Fighter Squadron STINGERS – gli ultimi dei quali giunti in Estonia l’8 gennaio a bordo di un C-5 GALAXY del Air Mobility Command - ai quali si sono aggiunti 75 uomini provenienti dal 52° Fighter Wing di stanza a Spangdahlem. Le operazioni di pianificazione e preparazione per le operazioni di volo dello Squadrone, avvenute in stretto coordinamento con l’Aeronautica Estone, hanno richiesto diversi mesi, tenuto conto di un programma che prevede una serie di esercitazioni aeree a larga scala. Durante il loro distaccamento estone, che dovrebbe durare fino al prossimo 7 marzo, gli aerei verranno impegnati in sessioni addestrative aria-aria ed aria-terra con velivoli appartenenti a Paesi alleati e partner NATO, secondo un programma che prevede lo svolgimento di circa 60 missioni alla settimana. La prima parte delle operazioni verrà effettuata nei test range ubicati sulle isole dell’Estonia occidentale (Hiiumaa e Vormsi) e riguarderanno sessioni aria-aria intervallate da rifornimenti in volo. È possibile che, durante tale fase, il dispositivo aereo italiano costituito da 4 EF-2000 TYPHOON (una coppia del 4° e una coppia del 36° Stormo dell’AM), presenti nella stessa Ämari per le operazioni di sorveglianza aerea dell’area Baltica, e quello danese costituito da 4 F-16, rischierati nella base lituana di Siauliai per gli stessi compiti, partecipino a tali operazioni. La seconda fase, invece, prevede lo svolgimento di missione di interdizione a bassa quota presso il poligono Keskpolügoon di 12.000 ettari situato a Pala, nella parte centro-settentrionale dell’Estonia. Durante questa fase, è prevista la partecipazione di personale belga in supporto alle unità anti aeree estoni.

a cura di Andrea Mottola
anteprima logo RID PIRANHA 5 per l’Esercito Rumeno 16-01-2018

GD European Land Systems – Mowag (GDELS) ha siglato un contratto con il Ministero della Difesa rumeno per la consegna di 227 blindati 8x8 PIRANHA 5, prodotti in 6 diverse configurazioni. L’appalto, il cui valore sfiora il miliardo di euro, è il più grande mai concluso dalla compagnia svizzera-americana. L’acquisto dei nuovi veicoli fa parte del piano di aggiornamento dei veicoli in dotazione alle Forze Armate rumene. Dei 227 previsti, 197 dei nuovi PIRANHA 5 verranno assemblati in Romania da Uzina Mecanic? Bucuresti (UMB), azienda specializzata nella costruzioni di veicoli blindati. Questa collaborazione fa parte di un più ampio progetto di cooperazione strategica, comprensivo di trasferimento tecnologico, le cui ricadute saranno utili al rilancio dell’economia nazionale. La Romania utilizza il PIRANHA sin dal 2006, dispiegato sia in missioni domestiche che all’estero, con risultati molto soddisfacenti.

a cura di Andrea Schiaffino
anteprima logo RID La battaglia di Tripoli: segnali per Roma 16-01-2018

Mentre in Italia già divampa la campagna elettorale, e si dà il via libera alle nuove missioni in Niger, Tunisia e nella stessa Libia (quest'ultima una rimodulazione), all'aeroporto tripolino di Mittiga ieri è andata in scena una battaglia durissima combattuto con l'impiego di mezzi pensanti, lanciarazzi e artiglieria e che ha lasciato sul terreno decine di morti. La milizia Al Bugra, fedele all'ex Premier islamista Khalifa Ghwell e basata nella cittadina di Tajura,, 14 km ad est di Tripoli, ha attaccato il complesso dell'aeroporto per liberare alcuni prigionieri. Mittiga è controllato dalla RADA, la milizia guidata da Abdul Rauif Kara, uomo di Abdelhakim Belhadj (storico esponente del Gruppo Islamico Combattente Libico, riciclatosi in uomo...d'affari al servizio di Trchia e Qtar), una delle milizie che sostiene il Consiglio Presidenziale di Serraj. In soccorso degli uomini di Kara sono presto accorsi i miliziani della Brigata dei Rivoluzionari di Tripoli di Haithem Tajouri e i miliziani Abdul Ghani Al-Kikli, detto Ghneiwa, e l’attacco è stato respinto seppur al prezzo di perdite ingenti. Mittiga resta ancora chiuso, pare che almeno un pai

a cura di Pietro Batacchi
anteprima logo RID Alla Marina Militare il primo F-35B 16-01-2018

Finalmente è terminata l'incertezza sulla sorte del primo F-35B italiano (BL-1). Il velivolo andrà infatti alla Marina Militare alla quale sarà consegnato ufficialmente con una cerimonia che si terrà a Cameri il 25 gennaio e che vedrà la partecipazione anche del Capo di Stato Maggiore della Marina Amm. Walter Girardelli.

a cura di Pietro Batacchi
anteprima logo RID Il budget della Difesa giapponese 15-01-2018

Lo scorso 22 dicembre, il Governo giapponese ha approvato il budget per la Difesa 2018, documento che include un quantitativo record di stanziamenti - pari a 46,5 miliardi di dollari (5,19 triliardi di yen), corrispondente al 5% dell’intero budget nazionale (875 miliardi di dollari) – con un incremento dell’1,3% rispetto al budget del 2017.

a cura di Andrea Mottola
anteprima logo Stato Maggiore Difesa Operazione Atalanta: l’Italia termina il comando 06-12-2017

A bordo della fregata italiana Virginio Fasan, ormeggiata nel porto di Gibuti, il Contrammiraglio Fabio Gregori della Marina Militare italiana ha lasciato l’incarico di Force Commander della Task Force 465 al Major General Charlie Stickland, l’attuale Operational Commander dell’Operazione Atalanta.

a cura di Stato Maggiore Difesa
anteprima logo Esercito Italiano Il Genio addestra le forze di sicurezza irachene 03-01-2018

La Task Force Police addestra la Federal Police Irachena ad acquisire capacità Counter Improvised Explosive Device (C-IED).

a cura di Esercito Italiano
anteprima logo Marina Italiana Nave Carabiniere si esercita con unità egiziana 04-01-2018

Un breve ma intenso evento addestrativo che ha riscosso l’apprezzamento da parte del contrammiraglioegiziano Nihad Shahin Aly, responsabile dell’area marittima del Mar Rosso imbarcato sull’unità Shalatein

a cura di Marina Militare
anteprima logo Aeronautica Italiana Gli Incursori dell'AM aprono ai VFP1 20-12-2017

Dal 12 dicembre sono aperte le domande per partecipare al reclutamento nell’Aeronautica Militare di 800 Volontari in ferma prefissata di un anno (VFP1). Per la prima volta quest’anno il concorso prevede l’individuazione di 35 posti da destinare al settore d’impiego “Incursori” le Forze Speciali dell’Aeronautica Militare.

a cura di Aeronautica Militare
  1 2 3 4 5 6 7 8 Next >>