LEONARDO
RID Articoli Mese
anteprima logo RID Gli USA accelerano sull’ipersonico

Per non restare indietro rispetto a Russia e Cina – che negli ultimi tempi hanno fatto significativi passi in avanti nel settore – anche gli USA stanno accelerando i propri sforzi nello sviluppo di ordigni ipersonici ed hanno annunciato che il veicolo sperimentale X-60A ha superato la CDR (Critcal Design Review). Il veicolo, frutto della cooperazione tra Air Force Research Laboratory (AFRL) e Generation Orbit Launch Services (GOLS), è stato realizzato per sperimentare una serie di tecnologie da impiegare su futuri missili ipersonici e ridurne rischi e costi. I primi test in volo, che dovrebbero essere svolti da un GULFSTREAM III, si svolgeranno il prossimo anno nello spazioporto di Cecil ( Jacksonville, Florida). L’X-60A è propulso da un motore razzo a propellente liquido, che utilizza come propellente ossigeno liquido e cherosene, e può raggiungere una velocità di Mach 8.

a cura di
anteprima logo RID Il Giappone compra i Joint Strike Missile

Firmato il contratto con Kongsberg, preannunciato dallo stanziamento di fondi nel FY2018. 

a cura di
anteprima logo RID I REAPER pienamente operativi in Polonia

Almeno 2 velivoli, in configurazione "solo sensori", senza armi, volano missioni ISR sull'area. 

a cura di
anteprima logo RID Un nuovo elicottero pesante per la Germania

Con la formale presentazione di una RFP lo scorso 28 febbraio, l’Ufficio federale per le acquisizioni della Bundeswehr (BAAINBw) ha ufficialmente avviato la procedura di rinnovamento della flotta di elicotteri pesanti della Luftwaffe nell’ambito del programma STH (Schwere Transporthubschrauber) che prevede la sostituzione di 80 CH-53G/GA/GE/GS che verranno progressivamente ritirati dal servizio a partire dal 2025.

a cura di
anteprima logo RID UAS e robotica per il British Army

66 milioni per accelerare l'ingresso in servizio di nuove tecnologie. 

a cura di
anteprima logo RID DYNAMIC MANTA si conclude

Si è conclusa oggi l’esercitazione NATO DYNAMIC MANTA 2019.

a cura di
anteprima logo RID Rolls-Royce per l'OPV maltese

Rolls-Royce fornirà al Cantiere Navale Vittoria un sistema integrato per la propulsione del P-71 maltese.

a cura di
anteprima logo RID Airbus presenta il nuovo H-145

Nuovo rotore e connettività sono il cuore dell'ultima evoluzione del fortunato biturbina.

a cura di
anteprima logo RID Baby-pensioni per la portaerei TRUMAN?

Il cruciale refit complesso, che include il rifornimento dei reattori nucleari, non sarebbe finanziato dal Budget 2020 del Pentagono. 

a cura di
anteprima logo RID Addio all'EA-6B PROWLER

L'ultimo squadrone PROWLER dell'USMC si scioglie. Il futuro EW dei Marines è distribuito e multi-piattaforma. 

a cura di
anteprima logo RID Primo volo per l'XQ-58A VALKYRIE

Un UCAV economico, sacrificabile e indipendente dalle lunghe e vulnerabili piste aeroportuali. 

a cura di
anteprima logo RID Singapore ordinerà 4 F-35 per test

Secondo quanto comunicato dal Ministro della Difesa di Singapore Ng Eng Hen, l’Aeronautica della città-stato ha deciso di presentare una richiesta formale per l’acquisizione di 4 caccia multiruolo F-35 LIGHTNING II che verranno utilizzati per testare il velivolo e verificarne le effettive capacità di soddisfare i requisiti richiesti dalla Forza Aerea. Il Ministro ha aggiunto che nella lettera di richiesta formale (LOR che avvia il procedimento del FMS) verrà inserita anche un’opzione per l’acquisto di ulteriori 8 aerei – che, sommati ai primi 4, consentirebbero la creazione di un reparto dedicato all’addestramento di equipaggi e tecnici distaccato negli USA, esattamente come avviene attualmente con reparti di F-15 ed F-16 distaccati, rispettivamente, in Idaho (Mountain Home) ed Arizona (Luke) - senza tuttavia specificare tempi di consegna e variante desiderata del JSF. Riguardo a quest’ultimo punto, la scelta dovrebbe ricadere o sulla versione da decollo ed atterraggio convenzionale F-35A, oppure su quella STOVL F-35B – con quest’ultima favorita, tenuto conto della sua capacità di operare da piste improvvisate e di dimensioni ridotte, requisiti fondamentali per le caratteristiche geografiche del piccolo Paese asiatico – mentre è escludere la versione da portaerei e bombardamento F-35C, nonostante l’Aeronautica di Singapore abbia come requisito lo strike in profondità. Secondo il programma singaporiano, l’eventuale (probabile) acquisto degli F-35 dovrebbe andare a coprire progressivamente, a partire dal 2031, il ruolo attualmente svolto dalla flotta di 60 caccia multiruolo F-16C/D Block 52/52+, mantenendo una doppia linea costituita da LIGHTNING II e dai 40 F-15SG, che saranno interessati da un robusto programma di upgrade. Con tale acquisizione, Singapore diverrebbe il primo Paese del Sudest Asiatico ad ottenere l’F-35 (e il quarto in Asia/Oceania dopo Australia, Corea del Sud e Giappone) e confermerebbe il trend generalizzato per le proprie Forze Armate - il cui ultimo budget ha subito ritocco verso l’alto del 4,8% (pari a 11.4 miliardi di dollari) rispetto agli stanziamenti del 2018 - che prevede acquisizioni di sistemi d’arma di ultima generazione e ad alte prestazioni.

a cura di
  1 2 3 4 5 6 7 8 Next >>