LEONARDO
RID Articoli Mese
anteprima logo RID Anche il Canada ha scelto le Type 26

Il Governo canadese, insieme a Irving Shipbuilding, ha scelto il progetto della nuova fregata classe Type 26

a cura di
anteprima logo RID Il mini califfato dell’Eufrate

Lo Stato Islamico è chiuso in un angolo della Siria, nella valle dell’Eufrate, verso il confine con l’Iraq. Ma da questo angolo esce e colpisce con la tecnica che conosce meglio

a cura di
anteprima logo RID Vecciarelli nuovo CSMD

Si è svolta oggi, presso la base del 31° Stormo di Ciampino, la cerimonia di avvicendamento tra il Generale Claudio Graziano ed il Generale Enzo Vecciarelli come Capo di Stato Maggiore della Difesa. 

a cura di
anteprima logo Esercito Italiano Esercito: 400 istruttori MCM

Con il 13° Corso Istruttori appena concluso presso la Brigata Folgore raggiunti i  400 gli istruttori MCM per l'Esercito.

a cura di
anteprima logo RID Boeing studia un nuovo APACHE

La Boeing sta testando un nuovo concept che prevede consistenti modifiche alla struttura degli elicotteri d’attacco AH-64E APACHE GUARDIAN per garantirne un sensibile miglioramento delle prestazioni a fronte di una minore resistenza aerodinamica. 

a cura di
anteprima logo RID L'India firma il contratto per 2 fregate con la Russia

Il Governo indiano ha stipulato un contratto da 950 milioni di dollari con la Russia per la fornitura di 2 fregate

a cura di
anteprima logo RID Primi test di sgancio per il GRIPEN E

Durante la scorsa settimana uno dei 3 velivoli monoposto JAS-39E GRIPEN E utilizzati per prove e valutazioni – in questo caso si è trattato del velivolo con matricola 39-8 - ha completato con successo i primi test per verificare la corretta procedura di sgancio di carico subalare e di lancio di armamento presso il Vidsel Test Range (Svezia settentrionale). La prima prova ha riguardato lo sgancio di un serbatoio di carburante, mentre quella successiva il lancio di un missile aria-aria a guida infrarossa IRIS-T. Oltre alla verifica delle procedure di sgancio, i test sono serviti per valutare il comportamento dell’aereo in volo in caso di trasporto di carichi esterni e, ovviamente, l’effetto del rilascio di questi ultimi sulla piattaforma, elementi di valutazione fondamentali per l’ottenimento della piena operatività del JAS-39 E in vista della consegna alle Aeronautiche di Svezia (60 aerei con opzione per altri 10) e Brasile (28 velivoli, con opzione per ulteriori 72), con quest’ultimo che riceverà anche 8 apparecchi nella versione biposto JAS-39F in via di sviluppo nel paese sudamericano con la collaborazione della Embraer. Tali test, preceduti da quelli riguardanti le manovre a velocità supersoniche con trasporto di carchi esterni agli 8 piloni subalari, prodotti dall’azienda svizzera RUAG Aerostructures (serbatoi carburante, missili, bombe e pod), effettuati lo scorso luglio, rappresentano uno degli ultimi passi del programma valutativo del GRIPEN E e fanno parte del programma di integrazione armamenti sul velivolo.

a cura di
anteprima logo RID Passi avanti per il Future Vertical Lift

L'US Armyha sollecitato l'industria della difesa a presentare, entro dicembre 2018, le proposte per un prototipo di un elicottero leggero da ricognizione armata

a cura di
anteprima logo RID SUPER RAPIDO per le corvette K-130 tedesche

Leonardo ha firmato con l'Agenzia federale tedesca che gestisce il procurement militare (la Bundesamt für Ausrüstung, Informationstechnik und Nutzung der Bundeswehr) un contratto per la fornitura di 7 cannoni da 76/62 mm SUPER RAPIDO per equipaggiare le corvette K-130 della Marina Militare Tedesca della seconda serie. Ricordiamo che le stesse unità della prima serie sono equipaggiate con la variante COMPATTO.

a cura di
anteprima logo Marina Italiana Nave Scirocco termina il suo impegno in Sea Guardian

Con l’ingresso in porto a Taranto, si è conclusa la partecipazione della fregata Scirocco alle Focused Operations 18-5 dell’operazione NATO Sea Guardian

a cura di
anteprima logo Aeronautica Italiana Il Generale Rosso nuovo CSM dell'Aeronautica

Mercoledì 31 ottobre, presso l’aeroporto militare di Ciampino, il passaggio di consegne con il Generale Vecciarelli, alla presenza del Ministro della Difesa Elisabetta Trenta

a cura di
anteprima logo RID RAO e 4° Alpini diventano SOF

Con un comunicato, la Difesa ha annunciato ufficialmente il transito del 185° Reggimento RAO della FOLFGORE e del 4° Reggimento Alpini paracadutisti MONTE CERVINO nel bacino delle Forze Speciali. Il comparto si amplia quindi di 2 unità dell’Esercito che vanno così ad affiancare COL MOSCHIN, GOI, GIS e 17° Stormo. I 2 reparti – che rappresentano 2 assolute eccellenze - hanno ottenuto la certificazione del COFS dopo un percorso di incremento capacitivo iniziato lo scorso aprile e culminato con la partecipazione alla tradizionale esercitazione delle forze speciali italiane NOTTE SCURA. I 2 reggimenti già operavano da tempo in stretta sinergia con le Forze Speciali essendo parte del bacino cosiddetto delle “Forze per Operazioni Speciali”. Con la trasformazione di RAO e 4° prende forma un aspetto importante del progetto di potenziamento del comparto delle Forze Speciali avviato nel 2015 nel quadro di una più spinta integrazione interforze dello strumento militare nazionale. Tale specifica esigenza nasceva dalla complessità e mutevolezza degli attuali scenari d’impiego e dalla valutazione strategica della loro presumibile persistenza nel medio-lungo periodo. Da qui, l’esigenza, appunto, di potenziare ulteriormente il comparto SOF, secondo peraltro una tendenza in corso in tutte le principali potenze mondiali e non solo. Altri tasselli importanti di tale progetto sono l’acquisizione dei 4 elicotteri CHINOOK ER e i piani di ammodernamento “speciale”, a cominciare da quello decennale del GOI.

a cura di
  1 2 3 4 5 6 7 8 Next >>