Notizie a cura di RID
anteprima RID 3/17 in edicola 24-02-2017

Da oggi è in edicola il numero di marzo di RID (RID n.3 2017). Tanti gli approfondimenti come sempre. Si parte con l'evoluzione dei bombardieri cinesi e con le ultime novità proposte dall'azienda italiana Elettronica, leader mondiale nel campo dei sistemi di guerra elettronica. Spazio anche alle forze speciali sudcoreane e ad un dettagliato report dal salone delle armi leggere Shot Show. E poi, ancora, un'analisi sull'evoluzione delle Forze Armate marocchine, tra le più importanti del Continente africano, il punto sui sistemi di difesa antiaerea a corto e cortissimo raggio di Rheinmetall e sulle operazioni in ambiente fluviale. In chiusura la sezione dedicata alla storia con lo Ju-52 e le prime costruzioni navali del cantiere di Monfalcone.

a cura di Redazione
anteprima NATO e Italia: il bilancio post-Mattis 24-02-2017

Il richiamo di James Mattis al “fair burden sharing” tra alleati in seno alla NATO ha suscitato preoccupazione per diversi motivi, tra cui le priorità politiche della nuova amministrazione Trump, la dipendenza strategica dei Paesi europei dall’ombrello statunitense, e la difficoltà dei Governi europei a reperire risorse, stretti tra opinioni pubbliche ostili e vincoli di bilancio. L’Italia non fa eccezione. Tuttavia, l’argomento è più complesso perché riguarda il peso e il ruolo del Paese nel suo complesso, nel bene e nel male

a cura di Marco Giulio Barone
anteprima L'India sviluppa nuove versioni del BRAHMOS 21-02-2017

Secondo quanto recentemente dichiarato da alti dirigenti del consorzio russo NPO Mashinostroyenia e della Defense Research and Development Organization (DRDO) indiana - le 2 aziende che compongono la joint venture BrahMos Aerospace fondata nel 1998 e responsabile della produzione del missile da crociera supersonico BRAHMOS – i prossimi mesi saranno cruciali per lo sviluppo e i test di 2 nuovi versioni del missile.

a cura di Andrea Mottola
anteprima Altri MARTE MK2/N per la Marina Emiratina 20-02-2017

MBDA ha ricevuto dalla Marina degli Emirati Arabi Uniti il contratto per la fornitura di un secondo lotto di missili mare-mare sea-skimming MARTE MK/2N per equipaggiare 12 motomossilistiche classe GHANNATA. Il contratto ha un valore di 96,3 milioni di dollari e segue un contratto analogo per la fornitura di un primo lotto di ordigni firmato nel febbraio 2009. Ciascuna unità, che è lunga 27 m, è equipaggiata con 4 lanciatori per altrettanti missili MARTE MK/2N. Il MARTE MK2/N ha una gittata compresa tra i 30 ed i 50 km ed è dotato di un sistema di guida che combina una fase inerziale con un homing radar attivo.

a cura di Redazione
anteprima Elettronica a IDEX 2017 20-02-2017

Elettronica sta partecipando a IDEX con le sue soluzioni per l'EW. Del resto l'azienda italiana leader mondiale nel campo della guerra elettronica è profondamente radicata egli EAU dove può vantare una pluridecennale presenza e dove nel corso degli anni ha fornito svariati prodotti: dal settore aeronautico a quello terrestre passando per il navale. Un partner affidabile e sicuro per le FA emiratine come testimoniato anche durante il salone dall'inaspettata visita alo stand dell'azienda di Sua Altezza Mohamed bin Zayed Al Nayan, Principe Ereditario e Vice Comandante supremo delle FA emiratine. Sul fronte dei prodotti, l'azienda presentava il sistema MUROS per la sorveglianza dei confini terrestri e l'escort jammer EDGE, ma non solo. Ulteriori approfondimenti su RID 3/2017 e RID 4/2017.

a cura di Redazione
anteprima Leonardo svela l'M346 FA 20-02-2017

Leonardo ha annunciato oggi nel corso del salone IDEX di Abu Dhabi lo sviluppo di una versione light attack dell'M-346 dotata di radar e denominata M-346 FA (Fighter Attack). Viene così ufficializzata la terza versione dell'M-346 dopo quella per il training avanzato e quella d'attacco leggero senza radar denominata M-346 FT (Fighter Trainer, nella foto). L' M-346 FA sarà in particolare dotato di una variante dedicata del radar a scansione meccanica Leonardo GRIFO denominata per il momento GRIFO346. Attualmente, Leonardo ha già effettuato gli studi installativi con i relativi calcoli teoretici ed effettuato l'integrazione meccanica; pertanto, l'integrazione completa del radar potrebbe essere completata da qui a un anno per avere l'M-346 FA pronto per il mercato nel 2018. Tutti gli approfondimenti su RID 4/2016.

a cura di Pietro Batacchi
  1 2 3 4 5 6 7 8 Next >>