LEONARDO
Viaggi RID
anteprima logo RID Israele attiva secondo squadrone di F-35I

Lo scorso 16 gennaio durante una cerimonia presso la base di Nevatim nel deserto del Negev, l’Aeronautica israeliana ha ufficialmente attivato il 116° Squadrone quale nuovo reparto equipaggiato con cacciabombardieri F-35I ADIR. 

a cura di
anteprima logo RID Le “capacità subacquee nazionali”

Lo scorso autunno, presso la sala conferenze “Paolo Caccia Dominioni” di Palazzo Guidoni a Centocelle (Roma), la Direzione degli Armamenti Navali (NAVARM), sotto l’alto patrocinio del Segretariato Generale della Difesa (SEGREDIFESA), ha organizzato un Seminario sulle capacità industriali nazionali nel campo della subacquea. Tale evento, che è stato coordinato dalla Federazione delle Aziende Italiane per l’Aerospazio, la Difesa e la Sicurezza (AIAD), ha rappresentato l’occasione per presentare le attività delle aziende italiane del comparto ed ha costituito un’importante giornata di approfondimento sui progetti futuri in campo subacqueo, un settore caratterizzato dal fatto di essere particolarmente difficile e complesso e perciò ricco di contenuti tecnologici d’avanguardia. Un’iniziativa, quella del “Seminario sulle capacità delle aziende della subacquea in campo nazionale”, che ha visto la presenza del Sottosegretario di Stato alla Difesa, On. Angelo Tofalo e del Segretario Generale della Difesa/Direttore Nazionale degli Armamenti (SGD/DNA), Generale di Corpo d’Armata Nicolò Falsaperna, del Capo di Stato Maggiore della Marina, Ammiraglio di Squadra Giuseppe Cavo Dragone, del Vice SGD/Vice DNA, Ammiraglio di Squadra Dario Giacomin, del Segretario Generale dell'AIAD, Carlo Festucci e di numerose autorità militari e civili. Queste ultime erano soprattutto rappresentate delle aziende (di un mondo industriale che spaziava dalle grandi realtà, come Fincantieri e Leonardo, fino alle piccole aziende, passando per le medie imprese) e dagli esponenti del mondo accademico. Per quanto riguarda le università certamente degni di menzione erano il Centro interuniversitario di ricerca di sistemi integrati per l'ambiente marino (Interuniversity Center of Integrated Systems for the Marine Environment, ISME), con i suoi numerosi progetti in campo subacqueo (ed il coinvolgimento dei 9 poli universitari associati), l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico (ENEA), oltre a numerose altre realtà universitarie (tra cui segnaliamo gli Atenei di Genova, Pisa e Trieste).

a cura di
anteprima logo RID A Guam gli USA schierano il super drone TRITON

L’US Navy ha dispiegato sull’Isola di Guam l’UAV da sorveglianza strategica MQ-4C Triton Broad Area Maritime System (BAMS). Il velivolo costituisce la variante navalizzata, appositamente sviluppata per la sorveglianza marittima, dell’UAV RQ-4 GLOBAL HAWK (quest’ultimo come noto schierato anche a Sigonella nell’ambito del sistema NATO AGS). Al momento si parla di 2 velivoli, che andranno a rafforzare le capacità dell’US Navy nel sempre più strategico teatro Pacifico.

a cura di
anteprima logo RID Poker d’assi o bluff disperato?

In genere, i discorsi degli uomini politici (a parte il fatto che non sono pressoché mai scritti davvero da loro) sono sostanzialmente “fuffa”, cioè propaganda di scarsa lega. E' ben raro che discorsi di personaggi con responsabilità di governo affrontino davvero seriamente i grandi problemi di un Paese indicando delle decisioni o delle scelte, o, comunque, dicendo cose degne di essere ricordate. Ogni tanto però ci sono delle eccezioni, dal “Qui ad Atene noi facciamo così” di Pericle al “Or sono 4 ventenni e 7 anni” di Lincoln, al “Vi prometto lacrime e sangue” di Churchill. Il Presidente della Federazione Russa Vladimir Putin si è già assicurato un posto non del tutto secondario in questa ristretta cerchia con il suo discorso alla Conferenza di Sicurezza di Monaco del febbraio 2007, che segnalò il definitivo abbandono, da parte russa, dell’illusione - sino ad allora disperatamente perseguita, a dispetto di tutte le dure esperienze contrarie – che l'Occidente a guida americana fosse davvero interessato a mantenere rapporti basati sulla collaborazione e sul rispetto reciproco. Con quel fondamentale discorso, la Russia riprese una politica autonoma da grande potenza, per la difesa dei suoi interessi e di quelli dei suoi alleati. Putin potrebbe aver fatto il bis con il lungo discorso sullo stato generale della Federazione, tenuto alla Duma (Parlamento) il 1º marzo 2018. La sezione del discorso dedicata alle tematiche di difesa e sicurezza ha avuto un’eccezionale e ben giustificata risonanza, perché il Presidente l'ha utilizzata per presentare, con toni spesso enfatici (“Non avete voluto ascoltarci. Adesso, ascoltateci!”), tutta una nuova generazione di sistemi d’arma, in corso di sviluppo o già pronti per l’ingresso in servizio – sistemi sui quali, come vedremo, la Russia conta per ricostituire un equilibrio strategico con gli Stati Uniti, che viene percepito come minacciato dalle intenzioni di Washington.

a cura di
anteprima logo RID F-35 designa bersagli in network con IBCS

F-35A dell’USAF hanno per la prima volta operato in stretta integrazione con l’Integrated Air and Missile Defense Battle Command System (IBCS) delle batterie contraeree dell’US Army in un’esercitazione a fuoco che ha portato all’abbattimento di minacce aeree multiple.

a cura di
anteprima logo RID Partono numerosi programmi dell’Esercito

L’Esercito Italiano ha iniziato il 2020 annunciando la sottoscrizione di diversi importanti contratti per l’approvvigionamento di nuovi equipaggiamenti e ufficializzando numerosi altri progetti (dei quali avevamo già dato conto in passato su queste pagine). Nell’ambito delle linee programmatiche dell’EI, infatti, una delle 5 “sfide” riguarda proprio l’acquisizione immediata di nuovi sistemi per recuperare il gap capacitivo con partner e avversari. Per tale motivo, presso la sede del Segretariato Generale della Difesa e Direzione Nazionale degli Armamenti a Centocelle (Roma), sono stati sottoscritti diversi contratti. Nel campo degli equipaggiamenti per il soldato è stata firmata l'intesa per l’acquisizione di ulteriori 20.000 Sistemi Individuali per il Combattimento (SIC) che si vanno ad aggiungere agli oltre 6.000 già consegnati (mentre l’esigenza complessiva viene indicata dall’EI in oltre 65.000 sistemi ad un costo stimato di 1.635 milioni di euro). Tale accordo è stato sottoscritto dal Direttore degli Armamenti Terrestri, Tenente Generale Francesco Castrataro, e da Paolo Fabbricante, Direttore Commerciale del Consorzio Sistema Soldato Sicuro, una realtà costituita proprio in occasione della nascita del programma SIC – Soldato Sicuro e che prevede come consorziate la società Leonardo (65%) e la Fabbrica di Armi Pietro Beretta (35%).

a cura di
anteprima logo RID Il Bilancio della Difesa 2020

Il Bilancio Difesa 2020 si presta a più di un'interpretazione e, se vogliamo, riflette un po' questo biennio schizofrenico contraddistinto da cambi di governo, ma anche di orientamento in tema di Difesa. Lo dimostrano alcune scelte di segno contrario assunte in poco tempo - uno per tutte il CAMM ER, prima sospeso e poi riattivato, e per fortuna che l'errore è stato corretto, oppure la stabilizzazione del programma F-35 - lo sblocco repentino la scorsa primavera di fondi del MiSE rimasti di fatto fermi per un anno ed altri cambiamenti intervenuti in corsa d'opera. Il risultato è un bilancio della Difesa che cresce sensibilmente rispetto alle previsioni del 2019, ed al Bilancio assestato del 2019, ma che cala di poco rispetto al bilancio a legislazione vigente, ovvero il bilancio "al netto" degli effetti della legge di Bilancio 2020. C'è da dire che questi ultimi hanno riguardato ben poco il comparto difesa e sicurezza, se si eccettua l'incremento di 48 milioni di euro della spesa per compensare le prestazioni di lavoro straordinario del personale delle Forze di Polizia, i 2 milioni in più per le medesime prestazioni del personale dei Vigili del Fuoco, il fondo di 25 milioni di euro per la "valorizzazione" degli stessi Vigili del Fuoco e la riduzione di 36 milioni di euro del contributo italiano annuale all'ONU. Del resto i margini di manovra imposti dalla congiuntura economico-finanziaria del Paese - segnati essenzialmente dal "trittico" clausole di salvaguardia IVA/quota 100/reddito di cittadinanza - erano abbastanza limitati. E', dunque, una buona notizia il fatto che non ci siano stati tagli di rilievo e che la Legge di Bilancio abbia sostanzialmente lasciato il quadro inalterato rispetto al Bilancio a Legislazione Vigente (BLV). Quest'ultimo, come vedremo in dettaglio, presenta una situazione complessivamente positiva, relativamente alla media italiana di stanziamenti militari, con una spesa per gli investimenti che è tornata a crescere sensibilmente, sia in Bilancio ordinario sia nel Bilancio del MiSE. Resta, certo, il grande squilibrio a favore degli stanziamenti per il personale, mentre ci si sta avviando ormai verso una qualche forma di revisione della Riforma Di Paola e del suo modello a 150.000 uomini, mal applicato ed alla fine naufragato in pastoie e storture burocratiche.

a cura di
anteprima logo RID Dall'Italia altre navi e sottomarini per il Qatar

Fincantieri, uno dei più importanti complessi cantieristici al mondo, e il Ministero della Difesa del Qatar, attraverso Barzan Holdings, società posseduta al 100% dal Ministero della Difesa del Qatar e responsabile per il potenziamento delle capacità militari delle forze armate dello Stato, hanno firmato a Doha un Memorandum of Understanding (MoU) volto a rafforzare la partnership strategica attraverso la valutazione e gli studi di nuove tecnologie e capacità, che potrebbe portare alla futura acquisizione di nuove unità già nel 2020.

a cura di
anteprima logo Stato Maggiore Difesa Generale Vecciarelli in visita ai militari italiani impiegati nelle missioni internazionali

Il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Enzo Vecciarelli,  durante i giorni delle festività natalizie ha fatto visita al personale italiano attualmente impiegato nelle diverse missioni internazionali.

a cura di
anteprima logo Esercito Italiano Baschi Blu: addestramento multinazionale

Si è svolta dal 06 al 10 gennaio 2020, nell’area operativa del settore Ovest del Libano, attualmente sotto la responsabilità della Brigata Granatieri di Sardegna, una settimana addestrativa cha ha coinvolto la compagnia italiana del Sector Mobile Reserve alimentata dal reggimento Lancieri di Montebello (8°) e la Force Commander Reserve composta da unità finlandesi della Jäger Company della RUK (Reserviupseerikoulu-Reserve Officer School).

a cura di
anteprima logo Marina Italiana Mare Sicuro: avvicendamento al Comando tattico

Sul ponte di volo del Cacciatorpediniere Andrea Doria, ormeggiata presso la Stazione Navale Mar Grande di Taranto, si è svolta la cerimonia di avvicendamento del comando dell’Operazione Mare Sicuro tra il Contrammiraglio Silvio Vratogna (cedente) e il Contrammiraglio Stefano Turchetto (subentrante).

a cura di
anteprima logo Aeronautica Italiana T-345A: primo volo per l’Aeronautica Militare sul nuovo addestratore

Nella tarda mattinata del 4 dicembre, un equipaggio costituito interamente da personale (pilota ed ingegnere sperimentatori) del Reparto perimentale di Volo dell’Aeronautica Militare ha volato, per la prima volta, ai comandi di un velivolo T-345A: addestratore made in Italy di nuova generazione. 

a cura di
  1 2 3 4 5 6 7 8 Next >>