Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Profili d'attacco nel combattimento aereo.
Enzo Baldi Online
Posting Freak
*****

Messaggi: 1.014
Discussioni: 29
Registrato: Apr 2017
#1
Profili d'attacco nel combattimento aereo.
Ho letto piu' volte che in un combattimento aereo la morte arriva quasi sempre da dietro,tanto che buona parte dei piloti abbattuti
in passato probabilmente non ha nemmeno visto l'aereo che li ha colpiti.
Mi chiedevo se nella guerra moderna,con l'uso di missili muniti di autodirettore e magari anche di guida iniziale inerziale programmata,puo' avere senso un attacco dai settori frontali ,e se in tal caso una manovra evasiva,magari con l'uso di contromisure,diventi piu' o meno efficace.
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 30-10-2018, 06:55 PM da Enzo Baldi.)
30-10-2018, 06:54 PM
Cerca Cita messaggio
Capitan Harlock Online
Posting Freak
*****

Messaggi: 4.443
Discussioni: 6
Registrato: Nov 2015
#2
RE: Profili d'attacco nel combattimento aereo.
Potevi risparmiarti l'ennesimo thread nuovo pieno di banalità...
"Mi chiedevo... se è ... possibile... l'attacco frontale..." Ma se in campo aeronautico non si parla d'altro da quaranta anni...!
30-10-2018, 07:58 PM
Cerca Cita messaggio
Enzo Baldi Online
Posting Freak
*****

Messaggi: 1.014
Discussioni: 29
Registrato: Apr 2017
#3
RE: Profili d'attacco nel combattimento aereo.
(30-10-2018, 07:58 PM)Capitan Harlock Ha scritto: Potevi risparmiarti l'ennesimo thread nuovo pieno di banalità...
"Mi chiedevo... se è ... possibile... l'attacco frontale..." Ma se in campo aeronautico non si parla d'altro da quaranta anni...!

Temo che i tuoi interessi siano piuttosto ristretti.
Sulle riviste specializzate come ad es RID(per caso la conosci ?)si parla di un sacco di cose differenti in campo aeronautico,per cui e' difficile approfondire in egual misura tutti gli argomenti.
Del resto lo scopo di un forum e' proprio quello di chiarire le proprie lacune su qualsiasi argomento sfruttando la maggiore conoscenza di altri (reale o presunta).
Naturalmente ti offro le mie scuse se la mia presunzione non e' paragonabile alla tua.
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 30-10-2018, 09:12 PM da Enzo Baldi.)
30-10-2018, 09:03 PM
Cerca Cita messaggio
maxxx Online
Senior Member
****

Messaggi: 253
Discussioni: 11
Registrato: Jun 2018
#4
RE: Profili d'attacco nel combattimento aereo.
(30-10-2018, 07:58 PM)Capitan Harlock Ha scritto: Potevi risparmiarti l'ennesimo thread nuovo pieno di banalità...
"Mi chiedevo... se è ... possibile... l'attacco frontale..." Ma se in campo aeronautico non si parla d'altro da quaranta anni...!

 Perdonami capitan... ma a casa ti sopportano ?

 Dai tregua alle persone  Big Grin
Il soldato prega più di tutti gli altri per la pace, perché è lui che deve partire e portare le ferite e le cicatrici più profonde della guerra.”
31-10-2018, 11:33 AM
Cerca Cita messaggio
G.Ciampaglia Offline
Posting Freak
*****

Messaggi: 1.752
Discussioni: 3
Registrato: Apr 2014
#5
RE: Profili d'attacco nel combattimento aereo.
Gli ingaggi missilistici sono all aspect perché anche se la sezione frontale é ridotta non occorre un impatto diretto ma basta la spoletta di prossimità, così evitiamo polemiche inutili.
31-10-2018, 11:41 AM
Cerca Cita messaggio
OmegaLine Offline
Posting Freak
*****

Messaggi: 2.199
Discussioni: 13
Registrato: Oct 2017
#6
RE: Profili d'attacco nel combattimento aereo.
Io credo che il problema che si trova a dover risolvere il pilota, sia esso aggressore che difensore, sta nell'avere la max "situational awareness"; questo, a mio avviso, significa dire che devo preoccuparmi di evitare di prendermi la "martellata in bocca" da qualunque direzione essa provenga ed, allo stesso tempo, adoperarmi per cercare di ricambiare la cortesia al mio avversario preoccupandomi di essere io il primo a dare la "martellata".
Sarpedonte has been KIA
31-10-2018, 08:24 PM
Cerca Cita messaggio
Pier Offline
Member
***

Messaggi: 123
Discussioni: 2
Registrato: May 2014
#7
RE: Profili d'attacco nel combattimento aereo.
(30-10-2018, 09:03 PM)Enzo Baldi Ha scritto:
(30-10-2018, 07:58 PM)Capitan Harlock Ha scritto: Potevi risparmiarti l'ennesimo thread nuovo pieno di banalità...
"Mi chiedevo... se è ... possibile... l'attacco frontale..." Ma se in campo aeronautico non si parla d'altro da quaranta anni...!

Temo che i tuoi interessi siano piuttosto ristretti.
Sulle riviste specializzate come ad es RID(per caso la conosci ?)si parla di un sacco di cose differenti in campo aeronautico,per cui e' difficile approfondire in egual misura tutti gli argomenti.
Del resto lo scopo di un forum e' proprio quello di chiarire le proprie lacune su qualsiasi argomento sfruttando la maggiore conoscenza di altri (reale o presunta).
Naturalmente ti offro le mie scuse se  la mia presunzione non e' paragonabile alla tua
Aprire continue discussioni porta solo ad una diluizione del forum.
Molti argomenti potrebbero essere raggruppati, facilitando la lettura del forum.
Se aprivi una discussione chiamata ad esempio "Domande d'Aeronautica" potevo pure io postare le mie curiosita' sul tema senza dover aprire un'altra discussione tipo "Gestione dei piloti e mezzi aerei".
01-11-2018, 12:00 AM
Cerca Cita messaggio
Enzo Baldi Online
Posting Freak
*****

Messaggi: 1.014
Discussioni: 29
Registrato: Apr 2017
#8
RE: Profili d'attacco nel combattimento aereo.
(01-11-2018, 12:00 AM)Pier Ha scritto: Aprire continue discussioni porta solo ad una diluizione del forum.
Molti argomenti potrebbero essere raggruppati, facilitando la lettura del forum.
Se aprivi una discussione chiamata ad esempio "Domande d'Aeronautica" potevo pure io postare le mie curiosita' sul tema senza dover aprire un'altra discussione tipo "Gestione dei piloti e mezzi aerei".

Mi sembra che tu eccedi in senso opposto:"Domande d'aeronautica"sarebbe un campo talmente vasto  e indifferenziato che
tanto varrebbe fare un'unico polpettone sotto "forze aeree".
Comunque diamo un taglio a questioni di lana caprina.
L'idea di questo thread mi e'venuta da questo link
http://www.seeninside.net/index.html
gestito da un ex "perito di parte" dell'Itavia ,che sosteneva che il DC 9 era stato colpito da 2 missili perpendicolarmente al lato anteriore destro della fusoliera.
Missili tra l'altro gia "scoppiati",per cui avrebbero trapassato la fusoliera con un effetto puramente contundente,di qui la mancanza di segni di esplosione sui rottami recuperati.
Alla voce "ridicole conclusioni" si mostra indignato che la sua tesi sia stata considerata pura ciofeca da altri esperti.
Se la leggete penso che sarete d'accordo con loro,la sua tesi e' piena di assurdita,ma limitiamoci alla semplice traiettoria di impatto.
Correggetemi se sbaglio:nel 1980 tutti gli aria-aria in servizio facevano uso di autodirettori infrarossi  e radar semiattivi,per cui il loro
"homing" seguiva necessariamente la "curva del cane".
Per cui solo un lancio effettuato dal settore anteriore al bersaglio poteva,teoricamente,portare ad un impatto perpendicolare.
E le probabilita,se ci pensate un attimo,mi sembrano molto scarse.
E ancora piu' scarse mi sembrano le probabilita che un attaccante,sia che i suo bersaglio fosse il DC9 sia fosse il Mig,scegliesse un profilo di attacco frontale.
Specialmente se,come pretendono alcuni dei presenti,disponeva nientemeno che di un Awacs per coordinare l'intercettazione e fornigli tutte le indicazioni in tempo reale.
Voi che ne dite ?
Ma tralasciando questo caso,mi sembra che nel caso, puramente ipotetico,che il target non effettui alcuna manovra evasiva,in un attacco posteriore,dove la velocita relativa sara pari alla differenza di quelle di target e missile,il sistema di guida avra maggiore facilita a effettuare le correzioni che non in un attacco frontale, dove le velocita si sommano.
Mi chiedevo se invece le manovre evasive effettuate da un target reale,magari con l'uso di flares,sarebbero diversamente efficaci nei due casi.
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 02-11-2018, 02:14 PM da Enzo Baldi.)
02-11-2018, 12:30 AM
Cerca Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)