LEONARDO
Viaggi RID
Argomento Selezionato: Cielo
anteprima logo RID Gli USA cercano di accelerare per i nuovi F-16 a Taiwan

Fonti del Dipartimento della Difesa americano hanno dichiarato all’agenzia di stampa Reuters di lavorare intensamente per accelerare la consegna di velivoli F-16 FIGHTING FALCON Block 70 a Taiwan. Lo scopo è quello di rinforzare la capacità dell’Aeronautica Militare di Taipei (ROCAF) di rispondere alle continue provocazioni dei velivoli della Repubblica Popolare Cinese. Come dichiarato dallo stesso Ministro della Difesa Nazionale di Taiwan, Chiu Kuo-cheng, proprio qualche giorno fa, 39 velivoli militari della PLAAF (People’s Liberation Army Air Force) hanno violato l’Air Defence Identification Zone (ADIZ) di Taipei. Si tratta dello sconfinamento più importante, in termini numerici, mai registrato da Taiwan. Di conseguenza, la necessità della ROCAF di ricevere i nuovi caccia della Lockheed Martin, nella loro ultima versione da esportazione, rappresenta una priorità assoluta per il Governo dell’isola indipendentista come per la strategia statunitense a suo supporto. Con la consegna dei 66 F-16 Block 70, parte di una commessa del valore totale di 8 miliardi di dollari firmata nel 2019, Taiwan potrà vantare la flotta più numerosa e moderna di FIGHTING FALCON dell’Asia che, tenendo conto anche delle versioni precedenti, arriverebbe a circa 200 velivoli nel 2026. L'F-16 Block 70 è la versione più moderna, volta all’esportazione, del mitico FALCON e si differenzia dalle precedenti versioni essendo dotato di un radar AESA Northrop Grumman AN/APG-83 (anche definito Radar Scalabile Agile Beam - SABR), di un nuovo computer di missione Raytheon, di un Datalink Link 16, di display moderni nel cockpit e di un sistema di guerra elettronica avanzato. La commessa è importante perché l’attuale flotta di F-16 della ROCAF, per l’incessante attività operativa, il deterioramento delle macchine e la riduzione dei pezzi di rispetto, con una conseguente diminuzione della capacità operativa, fatica a controllare le continue violazioni dell’ADIZ. Per tale motivo l'Aeronautica stessa ha deciso di non effettuare scramble ad ogni sconfinamento dei velivoli della PLAAF.

Seguiteci sul nostro Canale Telegram.

anteprima logo RID THAAD degli Emirati Arabi Uniti neutralizza attacco missilistico Houthi

Lunedì scorso gli Emirati Arabi Uniti hanno confermato che il sistema THAAD (Terminal High Altitude Area Defense) ha intercettato, per la prima volta, un missile balistico a medio raggio degli Houthi. Tale sistema antibalistico (che utilizza un intercettore endo/eso atmosferico) ha delle prestazioni che si collocano a metà strada tra quelle del PATRIOT PAC-3 e quelle dei sistemi Standard SM-3 dell’AEGIS. Nell’attacco sopracitato gli Houthi hanno utilizzato anche dei missili da crociera e dei droni che hanno ucciso 3 civili e ferito altre 6 persone. Le aree maggiormente interessate da tale strike sono state l’aeroporto internazionale e il terminal petrolifero di Mussafah vicino la base aerea di Al-Dhafra, che ospita forze americane e francesi. Gli EAU nel 2012 avevano ordinato 9 lanciatori THAAD, operativi dal 2015, tramite un contratto FMS (Foreign Military Sales), diventando così il primo cliente straniero del sistema statunitense. Anche l’Arabia Saudita nel 2017 ha acquistato il sistema antibalistico, prodotto da Lockheed Martin, per difendersi dagli attacchi missilistici degli Houthi, con cui ormai sono in guerra da 8 anni. Attualmente gli Stati Uniti hanno schierato tale sistema in Corea del Sud, Giappone, Guam, Israele e Romania.

Seguiteci sul nostro Canale Telegram.

 

anteprima logo RID La Turchia approva la produzione in serie dell’addestratore armato HURJET

La Turchia ha avviato la produzione in serie di un primo lotto di addestratori avanzati HURJET, sviluppati dalla Turkish Aerospace.

anteprima logo RID Consegnati i primi 6 RAFALE alla Grecia

Sono stati consegnati all’Aeronautica Greca i primi 6 caccia Dassault RAFALE. I velivoli, che sono stati presi in carico dal cliente sulla base di Tanagra, fanno parte di un pacchetto, la cui fornitura è stata formalizzata nel gennaio 2021, comprendente 18 RAFALE – 12 prelevati direttamente dalla linea dell’Aeronautica Francese e 6 di nuova costruzione – ai quali si sono aggiunti nello scorso autunno 6 ulteriori esemplari, inizialmente previsti in opzione. Ulteriori dettagli su RID 3/21.

anteprima logo RID Primi test per il prototipo del motore destinato al dimostratore del futuro caccia dello SCAF/FCAS

In Francia sono partiti i test di quello che viene ufficialmente definito un prototipo del motore destinato al futuro caccia di 6ª Generazione del sistema di combattimwnto aereo franco-tedesco-spagnolo FCAS/SCAF. 

anteprima logo RID Il missile METEOR operativo anche sui TYPHOON spagnoli

L’Ejército del Aire spagnolo ha reso noto di aver effettuato la sua prima missione con un velivolo TYPHOON armato con il missile aria-aria a lungo raggio MBDA METEOR, dimostrando di aver aggiunto una significativa capacità alla sua flotta aerea. Il velivolo, appartenente allo squadrone “Ala 14” della base aerea di Los Llanos ad Albacete, è uno degli Eurofighter che ha ricevuto il pacchetto di aggiornamento P2Eb che include miglioramenti nella gestione dei dati dei sistemi d’arma, e della loro interfaccia uomo-macchina, con i pod di designazione laser e con i sensori infrarossi. Il METEOR è capace di ingaggiare bersagli ben oltre l’orizzonte (tra i 20 e le 80 miglia nautiche), operare ad una quota operativa tra i 500 e i 40.000 piedi, mantenendo una velocità di Mach 4. A tali prestazioni si aggiunge l’elevata capacità ECCM (Eletronic Counter-Counter Measures), una minima traccia di scia, la disponibilità di un data link bidirezionale e la capacità di operare in ogni condizione di tempo. Secondo quanto noto, la Spagna ha acquisito circa 100 esemplari del prodotto della MBDA, risultato di un programma di sviluppo congiunto tra Germania, Regno Unito, Francia, Svezia e Italia.