LEONARDOFincantieri
Viaggi RID
Argomento Selezionato: Aerospazio
anteprima logo RID Ecco il primo prototipo del KF-X

Il prototipo del caccia di nuova generazione sudcoreano KF-X è in fase avanzata di assemblaggio. Il velivolo, che dovrebbe essere definitivamente completato entro i primi mesi del prossimo anno nello stabilimento di Sacheon della KAI, è già stato ultimato nelle sue 3 componenti strutturali principali: la sezione anteriore di fusoliera, il cassone alare e la sezione di coda su cui, al momento della stesura di queste note, non compaiono le superfici e gli impennaggi di controllo. Lo sviluppo del KF-X era iniziato nel gennaio 2016 e nel settembre 2019 il progetto ha superato la Critical Design Review (CDR). Oltre al prototipo in costruzione ne sono previsti altri 5 - per un totale di 6, 4 monoposto e 2 biposto - con un primo volo al momento programmato nel maggio 2022. I prototipi verranno impiegati in una campagna di test che dovrebbe essere completata entro il 2026. Uno dei 6 prototipi è destinato all'Indonesia, partner della Corea del Sud nel programma. Ulteriori dettagli su RID 10/20.

anteprima logo RID Germania, sì a 93 nuovi Eurofighter TYPHOON

Secondo l’agenzia AFP, il Ministro della Difesa tedesco  Annegret Kramp-Karrenbauer ha confermato l’intenzione del Governo tedesco di ordinare 93 nuovi caccia Eurofighter TYPHOON, in aggiunta a 30 F/A-18EF SUPER HORNET ed a 15 E/A-18G GROWLER. In particolare, 55 TYPHOON ed i 30 SUPER HORRNET verranno acquistati per rimpiazzare la flotta di cacciabombardieri TORNADO IDS, mentre gli altri 38 TYPHOON sostituiranno i 33 TYPHOON T1 attualmente in servizio (progetto QUADRIGA). I 15 GROWLER, invece, rimpiazzeranno i TORNADO ECR. Si tratta di un progetto molto ambizioso, che compenserebbe in larga parte Airbus e l’industria aerospaziale europea, con importanti ricadute anche sul comparto Italiano – a cominciare da Leonardo, ma senza dimenticare Elettronica, Aerea, Avio Aero, MBDA Italia, ecc. - ma sulla cui fattibilità nei numeri indicati pesa la necessità di garantire adeguati finanziamenti anche al programma FCAS/SCAF, soprattutto alla luce del fatto che la Germania, così come la Francia, dovrà fare nel settore dei caccia tattici da combattimento un salto di un’intera generazione, dalla quarta alla sesta, non avendo acquistato l’F-35. Alla fine, pertanto, la scelta più logica per Berlino sarebbe stata acquistare un piccolo numero di F-35 al posto dei SUPER HORNET – per il compito dello strike nucleare con la bomba a caduta B-61/12 - e gli Eurofighter per le altre esigenze, guerra elettronica compresa, con la variante Eurofighter ECR proposta da Airbus.

anteprima logo RID F-35A per la Polonia

Al via il programma Arpia per la sostituzione dei velivoli Mig-29 e Su-22; l'Aeronautica polacca acquisisce capacità di 5a Generazione. 

anteprima logo RID L’F-35 designa bersagli per l’artiglieria

L’USAF e l’US Army hanno completato con successo una dimostrazione di collaborazione in combattimento che ha visto un F-35A impiegato per designare, senza rivelarsi, bersagli a favore dell’artiglieria alleata.

anteprima logo Aeronautica Italiana Esercitazione congiunta tra il 9° Stormo ed il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico

Si è conclusa con successo l'esercitazione congiunta tra il 9° Stormo di Grazzanise (CE) ed il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (C.N.S.A.S.) della Regione Molise svoltasi a Castel San Vincenzo (IS). Un' intensa giornata di addestramento durante la quale un elicottero HH-212 del 21° Gruppo "Tiger" ha effettuato diverse sortite dal Campo Sportivo di Castel San Vincenzo per permettere ai 13 operatori del Soccorso Alpino, suddivisi in 3 Squadre, di calarsi nelle gole montane.

a cura dell'
anteprima logo RID L’Italia sceglie il TEMPEST

A quanto risulta a RID sono confermate le indiscrezioni, riportate questa mattina sulla “Stampa”, dell’ingresso dell’Italia nel programma per il caccia di nuova generazione TEMPEST. L’11 settembre, al salone DSEI di Londra, avrebbe dovuto esserci la firma sull’accordo di adesione, ma il cambio di Governo e di Ministro della Difesa dovrebbe presumibilmente far slittare la firma più avanti. La strada, tuttavia, sembra tracciata ed il nuovo Governo non avrebbe nessun interesse a tornare indietro su una scelta già fatta e stante un dossier che ci risulta definito nei dettagli.

  1 2 3 4 5 6 7 8 Next >>