LEONARDO
Viaggi RID
Notizie a cura di RIDlogo RID
anteprima logo RID Loitering Munitions per le future LXD della Marina Militare

A quanto risulta a RID la Marina Militare ha definito l’esigenza operativa per equipaggiare le future unità anfibie LXD, per il rimpiazzo delle attuali SANTI, con lanciatori per loitering munitions. Quella delle loitering munitions è ormai una tendenza consolidata, come dimostrato anche dal recente conflitto nel Nagorno Karabah, su cui si sta dunque orientando anche la Marina Militare e la Brigata SAN MARCO. Tali armi, difatti, aumenterebbero la flessibilità delle LXD, e con essa le opzioni a disposizione del comandante, e sarebbero ideali per l’appoggio a raid e colpi di mano anfibi nella logica delle operazioni marittime distribuite. L’auspicio, a questo punto, è che l’esigenza venga approvata anche in sede di Stato Maggiore della Difesa e, soprattutto, non trovi ostacoli nel mondo politico, da sempre ostile verso droni armati e simili (come insegna la vicenda dei PREDATOR italiani, non armati a causa dell'opposizione parlamentare nonostante il via libera americano). Tutti i dettagli sui prossimi numeri di RID.

anteprima logo RID Entra nel vivo il programma ARV dei Marines

I Marines hanno selezionato Textron e General Dynamics Land Systems per realizzare i prototipi del nuovo Advanced Reconnaissance Vehicle, destinato al rimpiazzo del LAV attualmente in servizio. Parallelamente BAE Systems studierà la possibilità di adattare l’ACV, prodotto in cooperazione con Iveco DV sulla base del SUPERAV, per il medesimo requisito. I prototipi dovranno essere consegnati nell’anno fiscale 2023, dopodichè l’USMC avrà 6 mesi per valutarli e scegliere il design vincente. L’esigenza al momento parla di almeno 500 veicoli. L’ARV sarà dotato di una robusta capacità di comando e controllo e dovrà operare come hub avanzato per la gestione ed il coordinamento di droni e di tutta un’altra serie di equipaggiamenti e sistemi per le operazioni di ricognizione. Il concetto d’impiego del veicolo, ancora da definire nel dettaglio, rientra nell’ambito delle nuove dottrine riguardanti le operazioni distribuite e multi-dominio.

anteprima logo RID Ecco il nuovo caccia russo

Hanno iniziato a circolare le foto di un mock-up, o di un esemplare reale – dalle immagini non si può giudicare visto che il velivolo è coperto – del nuovo caccia russo che dovrà rimpiazzare, soprattutto sul mercato export, il MiG-29. Le foto sono apparse anche sull’account Twitter ufficiale del conglomerato per l’export militare russo Rostec. Il nuovo velivolo, di cui si possono intravedere la doppia deriva verticale aperta e un disegno mirante al contenimento della bassa rilevabilità, dovrebbe essere ufficialmente lanciato al salone russo MAKS che si terrà la prossima settimana.

anteprima logo RID OCCAR avvia i programmi EURODRONE ed ESSOR dopo i primi finanziamenti UE

Si è svolta oggi a Roma la cerimonia di firma dei Grant Agreements per i programmi ESSOR (European Secure Software Defined Radio) ed EURODRONE o MALE RPAS (ex EUROMALE), nell’ambito dei finanziamenti EDIDP da parte della Commissione Europea (DG DEFIS).

anteprima logo RID Beretta guarda alla Grecia con ARX-200 e PMX

Beretta si è presentata al salone DEFEA di Atene con delle versioni ottimizzate per le esigenze locali del fucile d'assalto ARX-200 in calibro 7,62x51mm e della pistola PMX in calibro 9x19mm. Secondo quanto rivelato nel corso dell'evento, la Grecia potrebbe a breve pubblicare un bando per la sostituzione dei fucili d'assalto HK G3/G3A4, ma starebbe considerando anche la possibilità di un acquisto diretto (circa 200.000 armi richieste). La PMX è invece in lizza per 100.000 esemplari da destinare alla Polizia. Nel corso del salone, lo stand Beretta ha ricevuto la visita del Ministro della Difesa Guerini in compagnia dell'omologo greco Nikolaos Panagiotopoulos nel corso di un tour delle aziende italiane presenti.

anteprima logo RID Ecco il contratto per l’aggiornamento degli ICBM MINUTEMAN III

Northrop Grumman si è aggiudicata un contratto da 3,86 miliardi di dollari per il supporto e l’aggiornamento dei missili balistici intercontinentali (ICBM) MINUTEMAN III. Secondo quanto dichiarato dal Dipartimento della Difesa Americano, il contratto prevede le funzioni di sostentamento e manutenzione ingegneristica, lo svolgimento di test e valutazioni, la relativa modifica di sistemi ed equipaggiamenti, la manutenzione dei software, oltre allo sviluppo, produzione, riparazione e approviggionamento dei nuovi sistemi necessari per l’aggiornamento generale del sistema d’arma. Il compito della Northrop Grumman riguarderà non solo ogni aspetto del sistema missilistico ma anche l’aggiornamento di 6 importanti installazioni militari nucleari sul suolo americano. Tale supporto ed aggiornamento, secondo il contratto, sarà fornito fino al suo completamento previsto nel 2039. Da quanto dichiarato dalla stessa società, i più importanti interventi di aggiornamento verranno effettuati sul sistema di propulsione dei missili, tanto da richiedere la firma di un ulteriore contratto definito Propulsion Subsistem Support Contract (PSSC) 2, con un servizio fornito direttamente sotto il coordinamento del Dipartimento dell’USAF che gestisce i MINUTEMAN III situato nella Hill Air Force Base, nello Utah. È importante inoltre ricordare che sempre la Northrop Grumman ha giá avviato il progetto per il sostituto dei sistemi MINUTEMAN III, definito Ground Based Strategic Deterrent (GBSD), la cui pianificazione prevede la Initial Operational Capability (IOC) nel 2029.