LEONARDO
Viaggi RID
Argomento Selezionato: Terra
anteprima logo RID Iveco DV, contratto con l’Olanda per 918 12kN

Dopo l’annuncio dello scorso mese di settembre, Iveco DV ha firmato un contratto con il Ministero della Difesa olandese per la fornitura di un primo lotto di 918 veicoli tattici MTV (Medium Tactical Vehicle) in variante protetta. L’MTV è un 4x4 di nuova concezione nella categoria delle 12 t e che come tale va a collocarsi nel portafoglio di Iveco DV tra il VTLM e il VTMM. Tutti i dettagli su RID 1/2

anteprima logo RID Qatar, salta l’acquisto del VBCI?

Sembrerebbe definitivamente saltato l’acquisto da parte del Qatar dell’IFV 8x8 Nexter VBCI. Nel dicembre 2017, il Ministero della Difesa del Qatar aveva firmato una LOI (Letter Of Intent) con Nexter per il procurement di 490 mezzi, programma AL RAYAN, per la Guardia dell’Emiro e per l’Esercito, ma interminabili negoziazioni non avevano finora portato a nessun contratto. Ebbene, adesso, per non meglio specificati problemi politici, le trattative sarebbero definitivamente saltate. Fonti di RID ci confermano questo scenario come pure un rientro nella partita – considerata la necessità del Qatar di dotarsi di un nuovo 8x8 da combattimento – del CIO con il suo FRECCIA. Del resto, ad oggi il Qatar rappresenta assieme al Kuwait il principale partner politico-militare italiano nel Golfo.

anteprima logo RID Truppe Alpine: prove di combat power

Dopo aver messo in primo piano le attività specialistiche, sia su terreno innevato sia su parete, ed aver investito nel settore duale in collaborazione con l’Associazione Nazionale Alpini, il Comando Truppe Alpine ha rivolto la propria attenzione al tema che dovrebbe rappresentare il core business dei reparti militari, ossia quello del combat power. L’occasione è stata offerta dall’approntamento di una Compagnia Alpini, per la precisione la 34a del 3º Rgt. Alpini/Btg. Alpini SUSA, che entro fine anno avvicenderà i bersaglieri del 1º Reggimento nell’ambito dell’Enhanced Forward Presence (EFP), NATO, e che in particolare andrà a costituire una delle pedine del Multinational Battle Group Latvia. “Abbiamo approfittato di quest’occasione per sperimentare l’impiego di assetti che abbiamo già in dotazione, riutilizzandoli però in modo innovativo,” ha esordito il Gen.C.A. Claudio Berto, Comandante delle Truppe Alpine. L’occasione è stata la LARAN 2019 svoltasi nel poligono di Monteromano a metà settembre, e conclusasi il 23 e 24 dello stesso mese con un’esercitazione a fuoco continuativa. Nel poligono laziale si sono schierati alcuni dei reparti della Brigata Alpina TAURINENSE, al comando del Gen.B. Davide Scalabrin, e in particolare il Complesso Minore basato sulla citata 34a Compagnia del 3º Alpini comprendente anche elementi del Reggimento Nizza Cavalleria (1º) e del 1º rgt. Artiglieria da Montagna. Fra gli assetti in dotazione citati dal Gen. Berto uno è il BV-206 nelle diverse versioni in dotazione: BV-206S7 blindato e BV-206D non protetto. “Rispetto all’impiego abituale, qui i BV sono stati impiegati per fornire alla fanteria non solo la mobilità ma anche la protezione e la potenza di fuoco, al massimo delle loro possibilità, in un ambiente non artico e senza montagne,” ha proseguito il Comandante delle Truppe Alpine.

anteprima logo Esercito Italiano Esercitazione Scorpion Legacy 2019

La componente pesante del Reggimento “Nizza Cavalleria” (1°) di Bellinzago Novarese (NO), su piattaforma Blindo Armata “Centauro”, ha terminato ieri l'importante esercitazione internazionale denominata "Scorpion Legacy 2019", presso il comprensorio addestrativo del Land Forces Combat Training Center "Getica" di Cincu in Romania.

a cura dell'
anteprima logo RID Altri 464 T-90 per l’India

Il Ministero della Difesa indiano ha concesso all’Ordnance Factory Board (OFB) un contratto per la produzione su licenza di un’ulteriore serie di 464 carri da battaglia T-90 che andranno ad aggiungersi ai circa 1600 già in servizio. La maggior parte dei T-90 BHISHMA è prodotta nello stabilimento di Avadi, nell’India Meridionale, nell’ambito di un accordo di trasferimento di tecnologia con la Russia che aveva invece fornito i primi carri completi. Questa ulteriore fornitura di T-90 dimostra ancora una volta come il carro russo sia ritenuto tuttora più affidabile del carro nazionale ARJUN, figlio di un travagliato e problematico programma trentennale.

anteprima logo RID MANGUSTA 19, la FOLGORE si addestra alla guerra ibrida

Si è appena conclusa MANGUSTA, principale evento addestrativo che interessa la Brigata paracadutisti FOLGORE. L’evento, a carattere annuale, mira al mantenimento delle capacità operative acquisite durante i precedenti cicli addestrativi o nell’ambito della partecipazione ad attività multinazionali/NATO, nonché alla verifica della capacità delle minori unità di saper pianificare, preparare e condurre attività inerenti le operazioni avioportate in un contesto di Hybrid Warfare (guerra ibrida) e coerentemente al concetto Full Spectrum Operations / Unified Land Operations. In particolare, lo scopo di MANGUSTA 19 è stato quello di pianificare, preparare e condurre un’operazione avioportata nell’ambito di una Joint Forcible Entry Operation (JFEO) condotta nelle fasi iniziali di una Joint Campaign, impiegando un’unità di livello Gruppo Tattico avioportato quale Early Entry Force in uno scenario semi permissivo, con proiezione delle forze, a seguito di ridislocazione dalla propria sede stanziale, da una o più Intermediate Staging Bases (ISB) situate al di fuori dell’Area di Operazione e con limitato supporto da parte della Nazione. Molto importante è stato anche l’aspetto dedicato all’ottimizzazione, all’integrazione e all’interoperabilità tra comandi/unità/assetti nazionali e americani, 173ª Brigata Aviotrasportata, e alla ricerca continua di sinergie con altri paesi alleati e partner. La 173ª Airborne Brigade USA costituisce in effetti da sempre il principale partner multinazionale della Brigata FOLGORE, e l’esercitazione MANGUSTA 19 ha permesso di consolidare ed implementare il livello di integrazione e interoperabilità conseguito nel corso dell’anno, attraverso le esercitazioni ALLIED SPIRIT X, IMMEDIATE RESPONSE, SWIFT RESPONSE 19 e SABER GUARDIAN 19. Nell’esercitazione è stata altresì inserita un’attività di visita a carattere addestrativo da parte di osservatori proveniente dalla Brigada Paracaidista spagnola e da unità dell’Esercito Polacco e Armeno.