LEONARDO
Viaggi RID
Argomento Selezionato: Cielo
anteprima logo RID La Turchia potenzia l'armamento dei propri UAV

Nell’ultima settimana le aziende turche Bayraktar e Turkish Aerospace hanno effettuato dei test di lancio volti all’integrazione di diversi sistemi d’arma sugli UAV AKINCI e AKSUNGUR. Tra il 17 ed il 22 aprile il “super MALE” AKINCI ha completato con successo la prima prova di fuoco delle 3 micro munizioni guidate della serie MAM prodotte dalla Roketsan, private della testata esplosiva. Nello specifico, il test ha visto lo sgancio di una MAM-C, variante dotata di guida laser semi attiva e, solitamente, di testata esplosiva ad alto potenziale, della sua versione con testata termobarica (assente durante i test) MAM-L e, per la prima volta, della versione più recente MAM-T, dotata di maggiore gittata (30 km se impiegata da UAV, rispetto agli 8 delle altre 2 varianti) e di un sistema di guida inerziale/GPS, oltre a quello laser semi attivo. Tutte e 3 le munizioni inermi hanno centrato i rispettivi obiettivi. Tali test, effettuati presso il poligono della Bayraktar sito a Tekridag Corlu, sono propedeutici all’entrata in servizio dell’AKINCI che dovrebbe avvenire entro la fine dell’anno. Il test del MALE AKSUNGUR, invece, è stato eseguito il 23 aprile e ha riguardato il trasporto e lo sgancio di una bomba planante KGK-SIHA-82 da 340 kg da una quota di 20.000 piedi contro un bersaglio situato 30 km al largo delle coste di Sinop (Mar Nero). La prova si è conclusa con successo e ne è prevista un’altra, nei prossimi mesi, nella quale verrà verificata la capacità delle KGK-SIHA-82 – che, fondamentalmente, sono semplici bombe non guidate tipo Mk-82 (o Mk-83) munite di kit di guida KGK con alette a scomparsa che le trasforma in ordigni plananti, incrementandone notevolmente il raggio d’azione - di colpire un bersaglio posto a 45 km di distanza. Quello effettuato rappresenta il secondo test di sgancio, da parte dell’AKSUNGUR, di Mk-82 convertite in bombe plananti, dopo quello effettuato alcuni mesi fa con il kit TEBER da 250 kg sviluppato dalla Roketsan.

anteprima logo RID BAYRAKTAR per il Marocco

Al fine di rafforzare le proprie capacità aeree con particolare focus agli scenari di tipo COIN, il Marocco ha firmato un contratto per l’acquisizione di 13 UAV tattico-pesanti BAYRAKTAR TB2 turchi di ad un prezzo di circa 70 milioni di dollari.

anteprima logo RID L’AW-609 AC4 a Cascina Costa

Il convertiplano AW-609 AC4 di Leonardo è giunto, in questi giorni, presso il sito di Cascina Costa (Varese). Il velivolo, che è nella configurazione AC4 pienamente rappresentativa della configurazione di produzione, verrà utilizzato a supporto della fase finale dei test in vista della certificazione civile. Una volta ottenuta tale certificazione, per l’AW-609 inizierà la fase commerciale.

anteprima logo RID Piaggio Aerospace, contratto per la manutenzione dei motori dei MANGUSTA

Piaggio Aerospace ha ricevuto dalla Difesa un contratto da 35 milioni di euro per la manutenzione dei motori Rolls-Royce GEM MK1004 degli elicotteri d’attacco AW-129 MANGUSTA dell’Esercito Italiano. Più in dettaglio, il contratto – stipulato con la Direzione degli Armamenti Aeronautici e per l'Aeronavigabilità e della durata di 9 anni – impegna Piaggio Aerospace a effettuare attività di riparazione, ispezione e manutenzione del turbomotore anche presso le aree operative, e a svolgere analisi e indagini di carattere tecnico sul sistema propulsivo. Piaggio Aerospace garantirà anche il relativo supporto logistico. Piaggio Aerospace è licenziataria Rolls-Royce per il motore GEM MK1004 e ha collaborato alla stesura dei piani logistici e manutentivi necessari a soddisfare le esigenze operative dell’Esercito Italiano. Nelle prossime settimane, il Commissario Straordinario di Piaggio Aerospace Vincenzo Nicastro annuncerà la selezione della proposta migliore per rilevare la società.

anteprima logo RID SPIKE NLOS sugli AH-64E dell’US Army

Si è conclusa la campagna di test per l’integrazione, effettuata dal 96th Test Wing/780th Test Squadron dell’USAF presso la base aerea di Eglin, dei missili aria-sup israeliani SPIKE NLOS sugli elicotteri d’attacco AH-64E GUARDIAN dell’US Army. Nel corso dell’ultimo test, un missile SPIKE ha colpito un’imbarcazione stazionaria situata a 32 km di distanza, mentre il secondo lancio di prova contro un’imbarcazione in movimento è stato annullato a causa delle condizioni meteo. Lo SPIKE NLOS (Non-Line-Of-Sight) garantisce un incremento di gittata pari a 4 volte rispetto agli attuali missili aria-sup AGM-114 HELLFIRE che equipaggiano gli AH-64E, nonché dell’AGM-179 JAGM che li andrà a sostituire. È dotato di un sistema di guida doppio, che prevede sia la possibilità di direzionare il missile verso un determinato bersaglio fisso tramite l’inserimento delle coordinate dello stesso, sia quella di riprogrammazione/aggiustamento da parte dell’operatore, durante la fase terminale, tramite camera IR presente sul muso del missile. Quest’ultima caratteristica accresce sensibilmente l’accuratezza dell’arma anche contro bersagli mobili. Ulteriori dettagli su RID 6/21.

anteprima logo RID Corea del Sud, rollout per il prototipo del KF-X

Corea del Sud, rollout il prototipo del KF-X Korea Aerospace Industries ha effettuato nel proprio stabilimento di Sacheon il rollout del primo prototipo del futuro caccia nazionale KF-X, ridenominato KF-21 BORAMAE. Il velivolo condurrà adesso una serie di test a terra in vista del volo inaugurale che dovrebbe tenersi nel luglio 2022. Al momento è prevista la realizzazione di 6 prototipi. Secondo quanto dichiarato dallo stesso Presidente sudcoreano  Moon Jae-in, intervenuto alla cerimonia, 40 KF-21 saranno consegnati all’Aeronautica entro il 2028 ed altri 80 entro il 2032. Il KF-21 rimpiazzerà F-4E PHANTOM ed F-5E TIGER. Tutti i dettagli su RID 6/21.

  1 2 3 4 5 6 7 8 Next >>