LEONARDOFincantieri
Viaggi RID
Notizie a cura di RIDlogo RID
anteprima logo RID UAV logistici cinesi in Tibet

La China Central Television (CCTV – la rete tv nazionale cinese) ha mostrato nei giorni scorsi alcune immagini che ritraggono alcuni vertical take off and landing (VTOL) UAVs impegnati nel rifornimento logistico di alcune unità dell’Esercito Cinese in Tibet. Secondo alcune fonti aperte, l’Esercito Popolare Cinese (PLA) impegnato nel Distretto Militare del Tibet, che utilizza da tempo UAV per compiti di intelligence, sorveglianza e ricognizione (ISR), ha deciso di utilizzare velivoli ad ala rotante senza pilota per rifornire le unità militari distaccate in aree impervie di confine che non sono facilmente accessibili con ruotati o che presentano elevati rischi operativi. L’UAV mostrato nel video della CCTV, di cui non si conosce la designazione ufficiale ma sembrerebbe una versione potenziata del precedente modello XM-20, è un VTOL dotato di 6 mini-rotori in grado di trasportare un limitato payload; in questo caso si è trattato di cibo, acqua, medicine ed altri materiali. Sempre dalle immagini, di natura propagandistica, si è potuto osservare lo sciame di UAV procedere in formazione e lanciare i rifornimenti sulla posizione amica, invece di effettuare un atterraggio di precisione sulla stessa. Da sottolineare il fatto che l’area in cui il velivolo unmanned si vede operare, la Tibetan Plateau, si trova a circa 4.500 m sopra il livello del mare.

anteprima logo RID CENTAURO II, entro ottobre l’omologazione

Come si apprende dal sito dell’EI l’omologazione della nuova blindo pesante CENTAURO II sarà completata entro il mese di ottobre con l’emissione del relativo certificato. Giusto per ricordare ad oggi l’EI ha ordinato i primi 10 esemplari, più il prototipo, mentre lo scorso giugno è stato dato il via libera anche al procurement di un ulteriore lotto di 40 blindo (più 56 in opzione).

anteprima logo RID RAFALE, e non solo, per la Grecia

Il Governo greco ha annunciato ufficialmente la propria intenzione di acquistare 18 caccia RAFALE, il cui primo esemplare potrebbe essere ricevuto già il prossimo anno, e 4 nuove fregate. Per quanto riguarda quest’ultimo aspetto, non è stato specificato il modello anche se Naval Group da tempo sta spingendo in Grecia le sue FDI. Dal canto suo, la Dassault ha già emesso un comunicato per “salutare” la decisione greca di acquistare il RAFALE, che adesso dovrà però trasformarsi in contratto... La commessa greca, che comprende anche 4 elicotteri MH-60R , la modernizzazione di 4 fregate classe ELLI e munizionamento per tutte le FA, rientra nel contesto dell’escalation di tensioni con la Turchia nel Mediterraneo Orientale.

anteprima logo RID Recovery Fund, i progetti della Difesa

E’ stata resa nota la (corposa) lista dei progetti italiani candidati agli stanziamenti del Recovery Fund che il Governo italiano spedirà a breve alla Commissione Europea. Tra questi ce ne sono alcuni di grande interesse militare, proposti sia dal Ministero dello Sviluppo Economico sia dal Ministero della Difesa. Il primo – oltre ad un piano da 3,5 miliardi per la “space economy” - ha proposto un piano di 25 miliardi in 5 anni per “consentire al comparto un salto tecnologico nella ricerca, nell’innovazione e nella costruzione di piattaforme duali ad elevatissime prestazioni, con ridotto impatto ambientale, totale sicurezza cyber ed innovazione digitale: elicotteri di nuova generazione FVL, aerei di sesta generazione, tecnologia sottomarina avanzata, tecnologia unmanned intersettoriale, I.A., navi”. Come si vede nel pacchetto del MiSE ci sono programmi molto importanti. Si va evidentemente dal TEMPEST ai sottomarini U-212 NFS, con tutte le tecnologie ad essi legate, passando per le “navi”. In questo caso il riferimento potrebbe essere alle EPC (European Patrol Corvette), ma anche ai progetti nazionali per le nuove unità anfibie (LPX) e per i nuovi cacciatorpediniere (DDX). Tuttavia, il riferimento a nostro avviso più rilevante, è quello agli “elicotteri di nuova generazione FVL”. Con questo acronimo come noto si identifica il programma dell’US Army FVL (Future Vertical Lift), rispetto al quale il Governo americano ha lanciato una massiccia campagna verso i Paesi alleati e partner per dare vita ad una sorta di “F-35 ad ala rotante” . L’Italia, dopo che l’EI ha messo nero su bianco il suo interesse per il programma nel documento “Le Cinque Sfide”, potrebbe essere a questo punto coinvolta (ma al momento non ci sono conferme e dettagli in merito) pure con l’industria nazionale. Il programma FVL per l’US Army prevede ad oggi lo sviluppo di una macchina da scout armato per il rimpiazzo dei KIOWA WARRIOR, FARA, e di un rimpiazzo per il BLACK HAWK, FLRAA, mentre, ricordiamo, l’EI ha già investito 500 milioni di euro per lo sviluppo dell’AW-249 e Leonardo sta continuando lo sviluppo del convertiplano con l’AW-609, che potrebbe avere importanti evoluzioni in applicazioni “governative”. L’FVL potrebbe, peraltro, portare in futuro anche allo sviluppo di una variante pesante d’attacco e ad un sostituto del CHINOOK. Venendo, invece, alle iniziative della Difesa – che coprono un arco di tempo compreso tra 1 e 5 anni – troviamo 2,2 miliardi di euro per una serie di progetti riguardanti la sicurezza e la resilienza cyber, 320 milioni per il 5G della Difesa, 350 milioni per addestramento “sintetico” e strumenti di connettività, 331 milioni per il potenziamento della capacità nazionale di ricerca e soccorso su alti fondali marini, anche attraverso l'incremento della sicurezza della navigazione a scopo preventivo, 253 milioni per il potenziamento delle capacità meteo dell’AM e 180 milioni per il completamento dell'ammodernamento tecnologico e capacitivo della Rete Interforze in Fibra Ottica Nazionale (RIFON). Ulteriori dettagli su RID 10/20.

anteprima logo RID Italia e Qatar rafforzano la cooperazione militare

Ormai il Qatar è diventato il più importante partner strategico del Medioriente per l’Italia. Dopo la cooperazione in campo navale – con la costituzione della flotta qatarina curata da Fincantieri e dalla Marina Militare – si sta rafforzando notevolmente pure la cooperazione in campo terrestre. In tale ottica è stato firmato a Roma un nuovo accordo – per mano del Capo di SME Gen. Salvatore Farina e del  Comandante delle Forze Terrestri del Qatar, Generale Saeed Hesayen Mohammed Al-Khayarin - che  prevede la possibilità di condurre sul territorio qatariota una serie di attività formative e addestrative volte a sviluppare capacità di combattimento di fanteria, artiglieria e cavalleria a favore delle Qatari Emiri Land Forces. Ricordiamo a tal proposito anche la grande esercitazione NASR 2019, condotta proprio in Qatar e che ha visto la massiccia partecipazione di uomini e mezzi dell’EI – e la formazione del personale qatarino degli elicotteri NH-90, curata dall’EI a Viterbo nell’ambito del Task Group NEMO.

anteprima logo RID Su-57 per l'Algeria?

Durante l’ultimo salone militare internazionale russo Army-2020, tenutosi nella base aerea di Kubinka, è stata ufficialmente presentata una versione export del caccia di 5ª generazione Su-57 FELON che ha anche preso parte alle dimostrazioni di volo. Il velivolo - ufficialmente denominato Su-57E ma di cui non si conoscono le caratteristiche e gli eventuali depotenziamenti che spesso caratterizzano i velivoli russi esportati - è stato visionato da ufficiali di diverse Aeronautiche (Cina, Egitto, EAU, India (!), Turchia), in particolare da quelli della delegazione algerina. Pare, infatti, che il Paese nordafricano stia valutando – già dallo scorso dicembre - l’acquisto di 14 apparecchi entro il 2025. In realtà, ad oggi, non esistono conferme ufficiali che lascino pensare ad un imminente firma per l’acquisto dei FELON da parte dell’Algeria – se non voci e un’immagine (vedi foto) scattata al Ministero della Difesa algerino in occasione del ritorno della delegazione dall’Army-2020, in cui appare una rappresentazione grafica che include un Su-57 - o di altre Aeronautiche straniere. Ulteriori approfondimenti su RID 10/20.

  1 2 3 4 5 6 7 8 Next >>