LEONARDO
Viaggi RID
Argomento Selezionato: Industria
anteprima logo RID EUROMALE: un UAV disarmato?

La Commissione Bilancio del Parlamento tedesco ha dato il via libera alla continuazione del programma per il nuovo UAV europeo EUROMALE, senza però che questo abbia la possibilità di impiegare armamento. Un UAV disarmato, in pratica, nonostante che lo stesso Ministro della Difesa tedesco Annegret Kramp-Karrenbauer abbia riaffermato il proprio impegno ad introdurre in servizio con le Forze Armate tedesche droni armati,. Ma tant’è, il caveat del Parlamento tedesco è un ulteriore ostacolo per un programma di cooperazione – al quale partecipano anche Italia, Francia e Spagna – il cui percorso è stato sin dall'inizio difficile e accidentato. Un progetto partito in ritardo, nel 2015, ed uno studio di fattibilità completato nel 2018; poi 2 anni di negoziazioni e, nel novembre 2020, un accordo riguardo allo sviluppo; sviluppo che però ancora oggi non è partito. Il programma prevede la produzione di 20 sistemi ed un primo volo nel 2025. La Germania ha imposto la configurazione bi-turboelica, e per quello che si è visto finora l’EUROMALE risponde ad un requisito abbastanza vecchio: aerodinamica “rilassata”, forme e formula classiche, e dimensioni “eccezionali”, quasi da HALE (High Altitude Long Endurance). Un prodotto, insomma, che mal si concilia con gli scenari di oggi, sempre più contestati e convenzionali. In più si vorrebbe adesso che il velivolo fosse pure disarmato, quando, come abbiamo visto dagli ultimi conflitti – dalla Siria, alla Libia, passando per il Nagorno Karabakh, il drone armato è sempre più rilevante sui campi di battaglia.

anteprima logo RID Boeing prevede capitale sufficiente per il finanziamento dell’aviazione

Boeing prevede che finanziamenti globali e diversificati continueranno a confluire nel settore del finanziamento degli aerei nel momento in cui il settore dell’aviazione si trova ad affrontare la pandemia e la diffusione dei vaccini continua ad accelerare.

a cura dello
anteprima logo RID Leonardo e Istituto Italiano di Tecnologia insieme per lo sviluppo di nuove applicazioni di sicurezza in ambito spaziale ed emergenziale

Nascono a Genova i nuovi laboratori di ricerca congiunti Leonardo e IIT (Istituto Italiano di Tecnologia) in seno al Corporate research programme di Leonardo, per il presidio delle tecnologie strategiche per la sicurezza del Paese.

a cura dello
anteprima logo RID Firmato accordo tra AM, Politecnico di Torino e Leonardo nell'ambito delle tecnologie legate alla realtà virtuale, aumentata ed intelligenza artificiale

Una "piattaforma digitale collaborativa" capace di mettere a disposizione, in modalità altamente immersiva e "on demand", nuovi strumenti di apprendimento ed un elevato livello di supporto sul campo durante attività in contesti "mission critical".

a cura dello
anteprima logo RID FCAS, accordo tra Airbus e Dassault

La Commissione Affari Esteri e Difesa del Senato francese ha annunciato che Dassault e Aribus hanno trovato un accordo sul programma FCAS per proseguire con la fase di dimostrazione denominata 1B. Fase che dovrà essere approvata in via ufficiale prima che il parlamento tedesco venga sciolto in vista delle elezioni del prossimo autunno. Nelle intenzioni, l’accordo dovrebbe chiudere tutte le polemiche e le dispute, andate in scena negli ultimi mesi tra le industrie dei 2 Paesi, che avevano portato allo stallo del programma e che avevano riguardato la sovranità su alcune tecnologie ritenute critiche - a cominciare, per esempio, da quelle sviluppate da Dassault nel programma NEURON - e le quote di partecipazione industriale. Vedremo nelle prossime settimane se l’annuncio del Senato francese è stato fatto solo per mettere pressione al partner tedesco o se, al contrario, le divergenze sono state effettivamente ricomposte. Rispetto al concorrente TEMPEST, il FCAS ha una calendarizzazione più ravvicinata considerando che le Aeronautiche di Francia e Germania non hanno velivoli di Quinta Generazione, a differenza di UK ed Italia che operano già da tempo con l’F-35.

anteprima logo RID NEOS: DUE NUOVI 737 MAX 8 IN FLOTTA

Neos, la seconda compagnia aerea italiana, inserisce due 737 MAX 8 di Boeing, arrivati a Milano da Seattle, a cui si aggiungeranno ad aprile altri due aeromobili, portando così la flotta ad un totale di 15 velivoli.

a cura dello
  1 2 3 4 5 6 7 8 Next >>