LEONARDOFincantieri
Viaggi RID
Argomento Selezionato: Terra
anteprima logo RID Da Iveco DV/BAE altri veicoli anfibi all’USMC

Nell'ambito del programma ACV, Iveco DV/BAE Systems forniranno altri 26 veicoli anfibi 8x8 al USMC.

I mezzi, che si sono ben comportati nel corso dei primi test operativi (effettuati dall'USMC, per ulteriori dettagli si veda RID 3/2020 in questi giorni in edicola), vengono realizzati nell’ambito della fase di Low Rate Initial Production (LRIP) del programma. Con questo ulteriore contratto il totale di veicoli ordinati raggiunge il valore di 116, mentre si avvicina sempre più il momento di avviare la produzione a pieno ritmo (Full Rate Production, FRP). L'attuale produzione a basso ritmo si concentra sulla variante trasporto truppe denominata ACV-P (che è dotata di torretta a controllo remoto PROTECTOR della Kongsberg armata di mitragliatrice da 12,7 mm); con la produzione a pieno ritmo verranno introdotte le versioni posto comando (ACV-C), recupero (ACV-R) e quella armata di mitragliera da 30 mm (ACV-30). Il blindato vincitore del programma ACV, che è denominato SUPERAV da Iveco Defence Vehicle, è un mezzo 8x8 dalle ottime qualità anfibie. Il veicolo è dotato di un motore turbodiesel a 6 cilindri in linea da 700 CV che gli fornisce un ottimo rapporto potenza/peso e che gli permette ottime prestazioni in acqua e sulla terraferma (molto migliori di quelle degli attuali cingolati anfibi AAV, ex AAV-7, ex LVTP-7). Il blindato è in grado di imbarcare 13 fanti di marina e ha un equipaggio di 3 uomini; a tutti gli occuopanti esso garantisce un’ottima protezione balistica e anti mina/anti IED. Ulteriori dettagli su RID 4/2020.

anteprima logo RID L’evoluzione del carro da combattimento LEOPARD 2

La recente consegna all’Esercito Tedesco e a quello Danese dell’ultima versione del LEOPARD 2 – unitamente alla celebrazione dei 40 anni di tale carro – ha reso d’attualità questo mezzo (adottato da ben 19 Paesi) che, quantunque sviluppato nella metà degli anni ’70, abbondantemente modificato e dotato di sistemi sempre più avanzati in modo da essere sempre all’altezza dei tempi, continua a rappresentare uno dei migliori MBT (Main Battle Tank) attualmente disponibili sul mercato. Nell’ambito degli eserciti dei principali Paesi, l’unico che ha introdotto (quantunque forse ancora in una fase di sperimentazione operativa) un carro da combattimento concettualmente del tutto nuovo è stata la Russia con il T-14 ARMATA (vedi RID 2/2016 pagg. 34-45). Per quasi tutte le Forze Armate delle altre nazioni in grado di produrre MBT si è trattato invece di un progressivo miglioramento di mezzi concepiti negli anni ‘70. Naturalmente non ha fatto eccezione il tedesco LEOPARD 2, realizzato dalla Krauss Maffei (poi Krauss Maffei Wegman, più semplicemente KMW), che lo scorso 29 ottobre ha consegnato alla Bundeswher il primo esemplare dell’ultimo modello di tale carro, designato LEOPARD 2A7V, ottenuto mediante refitting di esemplari realizzati molti anni prima. Questa procedura è stata adottata comunque anche da altri Paesi, ma in Germania tale soluzione è stata applicata in maniera molto consistente.

anteprima logo RID Partono numerosi programmi dell’Esercito

L’Esercito Italiano ha iniziato il 2020 annunciando la sottoscrizione di diversi importanti contratti per l’approvvigionamento di nuovi equipaggiamenti e ufficializzando numerosi altri progetti (dei quali avevamo già dato conto in passato su queste pagine). Nell’ambito delle linee programmatiche dell’EI, infatti, una delle 5 “sfide” riguarda proprio l’acquisizione immediata di nuovi sistemi per recuperare il gap capacitivo con partner e avversari. Per tale motivo, presso la sede del Segretariato Generale della Difesa e Direzione Nazionale degli Armamenti a Centocelle (Roma), sono stati sottoscritti diversi contratti. Nel campo degli equipaggiamenti per il soldato è stata firmata l'intesa per l’acquisizione di ulteriori 20.000 Sistemi Individuali per il Combattimento (SIC) che si vanno ad aggiungere agli oltre 6.000 già consegnati (mentre l’esigenza complessiva viene indicata dall’EI in oltre 65.000 sistemi ad un costo stimato di 1.635 milioni di euro). Tale accordo è stato sottoscritto dal Direttore degli Armamenti Terrestri, Tenente Generale Francesco Castrataro, e da Paolo Fabbricante, Direttore Commerciale del Consorzio Sistema Soldato Sicuro, una realtà costituita proprio in occasione della nascita del programma SIC – Soldato Sicuro e che prevede come consorziate la società Leonardo (65%) e la Fabbrica di Armi Pietro Beretta (35%).

anteprima logo RID Il Generale Farina annuncia la Legge Terrestre

Il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Generale Salvatore Farina ha annunciato di aver presentato al Capo di Stato Maggiore della Difesa la propria “Proposta di Legge Speciale a supporto del rinnovamento dello strumento militare terrestre”, la cosiddetta “Legge Terrestre”. Essa dovrebbe garantire, nei prossimi 5/6 anni (presumibilmente 6 anni, alla luce della nuova pianificazione sessennale), 5 miliardi di euro di fondi aggiuntivi destinati ad accelerare una serie di programmi chiave dell’EI. Si tratta sostanzialmente di quelli relativi alla blindo CENTAURO II, al Veicolo Blindato Medio (VBM) FRECCIA e VBM FRECCIA EVO, all’elicottero multiruolo LUH, al SIC - Soldato Sicuro, al sistema missilistico superficie aria “a corta portata” (impiegante il missile CAMM ER di MBDA) e a diversi altri progetti pronti per la produzione. L’annuncio del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito è avvenuto nella fasi conclusive del convegno, organizzato dal CSE, Centro Studi Esercito, dal titolo “L’urgenza della trasformazione militare quale criticità strategica nazionale”. Ulteriori dettagli su RID 03/2020.

anteprima logo RID Il CIO fornirà altri 30 VBM all'Esercito Italiano

Il CIO (consorzio paritetico tra Iveco Defence Vehicles e Leonardo) ha annunciato che, lo scorso 27 dicembre 2019, è stato firmato presso Palazzo Guidoni, sede del Segretariato Generale della Difesa e della Direzione Nazionale degli Armamenti (SGD/DNA), il contratto per l’acquisizione di 30 Veicoli Blindati Medi VBM 8x8 FRECCIA (5 in versione Combat e 25 in versione Controcarro) e relativo supporto logistico integrato decennale. Tale contratto segna (finalmente) la ripresa delle forniture dei veicoli destinati alla Seconda Brigata Media dell’Esercito, cioè la Brigata AOSTA, nell’ambito di un programma che prevede la realizzazione di 381 VBM (in varie configurazioni). Ulteriori approfondimenti su RID 02/2020 prossimamente in edicola.

anteprima logo RID Autocarri Iveco DV alla Romania

Oggi Iveco DV ha annunciato di aver sottoscritto un contratto per la fornitura di 942 autocarri alla Romania.

Iveco Defense Vehicles, una consociata di CNH Industrial, ha precisato che questo ordinativo costituisce un primo ordine di un più ampio accordo quadro comprendente più di 2.900 autocarri. Questi primi 942 veicoli saranno consegnati in quattro anni, a partire dal 2020. Il contratto quadro include 4 tipologie di piattaforme logistiche facenti parte della gamma di autocarri ad alta mobilità Iveco Astra: si tratta di veicoli 4x4, 6x6, 8x8 e 8x8 Prime Mover. Tali mezzi, che verranno realizzati in 16 differenti sotto-varianti, saranno anche caratterizzati dall’impiego di una cabina blindata (montata su circa un terzo della flotta). Questi mezzi, dotati di sistema di controllo centralizzato della pressione dei pnematici (Central Tyre Inflation System, CTIS), luci oscuranti, motori a doppia alimentazione, argani (per l'autorecupero) e assi tattici, offrono una mobilità molto elevata, hanno notevoli capacità di guado e sono compatibili con il trasporto aereo (mediante C-130). Questo contratto, che segue i 2 precedenti ordinativi (57 autocarri nel 2015 e per 173 nel 2017), testimonia la soddisfazione delle Forze Armate Rumene nei confronti degli autocarri realizzati dall’azienda italiana.

Ulteriori dettagli su RID 02/2020.


  1 2 3 4 5 6 7 8 Next >>