LEONARDO
Viaggi RID
Notizie a cura di RIDlogo RID
anteprima logo RID L’AW-609 AC4 a Cascina Costa

Il convertiplano AW-609 AC4 di Leonardo è giunto, in questi giorni, presso il sito di Cascina Costa (Varese). Il velivolo, che è nella configurazione AC4 pienamente rappresentativa della configurazione di produzione, verrà utilizzato a supporto della fase finale dei test in vista della certificazione civile. Una volta ottenuta tale certificazione, per l’AW-609 inizierà la fase commerciale.

anteprima logo RID Israele vs Iran, continua la guerra sui mari

La guerra marittima tra Iran e Israele non si ferma e si sviluppa in parallelo ai sabotaggi degli impianti del programma nucleare di Teheran. L’ultimo episodio – nebuloso – è avvenuto davanti a Fujairah, negli Emirati Arabi Uniti. Il cargo israeliano HYPERION RAY Sarebbe stato danneggiato. Non è chiaro da cosa: si parla di mina, drone, missile. Nulla però che abbia compromesso la navigazione. Il caso segue quello della SAVIZ, nave-madre dei Pasdaran colpita a nord di Gibuti, gesto attribuito a incursori di Gerusalemme. Esperti ipotizzano che potrebbe essere rimpiazzata da un’unità più moderna, appena messa a punto dalla Repubblica islamica.  Ci si chiede fin dove i 2 contendenti vorranno spingersi. Prendere di mira il traffico civile in modo esteso ha conseguenze economiche ed è complicato tutelare il proprio naviglio.  E’ evidente pertanto che i gesti sono misurati e proporzionati, tuttavia le operazioni lontane dalle basi presentano comunque delle incognite. C’è sempre il rischio di un errore, di un passo falso. Finchè la storia resta “sommersa” – in tutti sensi – è gestibile, al punto persino da essere negata. Tutto cambia se vi sono conseguenze gravi – volute o meno -, se un marinaio o un uomo-rana perde la vita. 

anteprima logo RID Biden, avanti con gli F-35 agli EAU

L’Amministrazione Biden non fa marcia indietro e manda avanti la commessa con gli Emirati Arabi Uniti per gli F-35. La commessa, accordata al Paese del Golfo proprio negli ultimi giorni dell’Amministrazione Trump, era stata brevemente congelata da Biden, ma funzionari del Dipartimento di Stato hanno adesso affermato che l’operazione prosegue. Oltre che 50 F-35, la fornitura prevede 18 UAV super-MALE MQ-9B REPAER e munizionamento, per un valore stimato di 23 miliardi di dollari, e mira a rafforzare gli EAU in chiave anti-iraniana ed a “premiarli” per la normalizzazione delle relazioni con Israele. Per Washingtons, si conferma così la strategicità della “triangolazione” tra Israele, EAU ed Arabia Saudita, il tutto, appunto, nella logica del contenimento dell’influenza regionale dell’Iran.

anteprima logo RID Altri URAN-9 per le FA russe

Il Ministro della Difesa russo, Generale Sergei Shoigu, ha annunciato durante una visita presso la nota società Kalashnikov, ormai esperta in sperimentazione e produzione di sistemi robotici, che altri 20 sistemi URAN-9 saranno a breve consegnati alle Forze Armate russe. Quest’ultima consegna è composta da esemplari di serie che hanno ultimato le valutazioni presso il famoso Dipartimento di Produzione e Completamento Tecnico della Forze Armate della Federazione Russa (DPTC) OJSC 766. L’URAN-9 è un veicolo da combattimento senza pilota (UCGV) progettato con il primario compito di fornire supporto di fuoco diretto alle truppe di fanteria e svolgere ulteriori compiti, come quello di ricognizione armata. L’armamento è composto da una mitragliera Shipunov 2A72 da 30 mm e una mitragliatrice da 7,62 mm, un sistema SHMEL-M pluritubo per razzi termobarici (6 razzi), e la predisposizione per imbarcare 4 contenitori per missili anticarro 9M120-1 ATAK o missili SAM IGLA-S/STRELA, a seconda del profilo della missione assegnata. Vasta la dotazione sensoristica con telemetro laser, sistemi optoelettronici infrarossi, IFF e laser warning. Ogni sistema URAN-9 è composto da un mezzo di comando e controllo, basato sul veicolo pesante KamAZ, e 4 veicoli da combattimento UCGV. Testato in combattimento con non molto successo in Siria, nella versione di serie l’URAN-9 ha beneficiato di notevoli miglioramenti in grado di accrescere la Situational Awareness dell’operatore e quindi aumentarne la sopravvivenza sul campo di battaglia; non confermate invece le notizie secondo il quale il sistema sia stato dotato di spiccate capacità autonome grazie all’uso dell’Intelligenza Artificiale e alla capacità di operare grazie all’utilizzo di comandi vocali.

anteprima logo RID La Russia sviluppa un nuovo missile balistico?

Nell’ultima settimana sono tornate a farsi insistenti le voci riguardanti lo sviluppo di un presunto nuovo missile balistico intercontinentale russo. 

anteprima logo RID Di Paola, via alla revisione

E’ partito in Commissione Difesa alla Camera l’iter di revisione della Legge 244/2012, nota anche come Legge Di Paola. In particolare, si sta discutendo – sembra con un consenso ampio e trasversale tra le forze politiche - di spostare in avanti, di 10 anni, dunque dal 2024 al 2034, il conseguimento dei volumi organici a 150.000 uomini previsto dalla Legge. Tale provvedimento dovrebbe essere accompagnato anche ad un intervento in materia di reclutamento dei volontari e del loro collocamento a fine servizio. Dettagli ed approfondimenti su RID 5/21.

  1 2 3 4 5 6 7 8 Next >>