LEONARDO
Viaggi RID
Argomento Selezionato: Industria
anteprima logo RID Nuovi sottomarini pakistani: lavori al via anche a Karachi

Il 9 dicembre si è svolta nei cantieri navali di Karachi la cerimonia del taglio della prima lamiera del sottomarino TASNIM. Si tratta del 5° battello classe HANGOR, derivato dai sottomarini AIP Type-039B/S-26 realizzati dalla Cina, e venduti in 8 esemplari al Pakistan nel 2015, del valore stimato in 5 miliardi di dollari. Il programma comprende la costruzione quasi contemporanea di 4 unità presso Wuchang Shipbuilding di Wuhan (dove i ritardi provocati dallo scoppio della pandemia di Covid-19 proprio in quella regione sarebbero stati recuperati), e le altre 4 su licenza nei Karachi Shipyards & Engineering Works (KSEW), inoltre saranno creati anche un centro addestrativo e di supporto, dove già 20 anni fa erano stati parzialmente realizzati 2 AGOSTA-90B. I battelli, in consegna tra 2022 e 2028, da 2800 t e lunghi 76 metri, sebbene più compatti rispetto al progetto originale S-26 da esportazione adottato anche dalla Thailandia, potrebbero essere equipaggiati con missili cruise anche a testata nucleare, trasformandosi in mezzi a valenza strategica per la Marina Pakistana. Data d’impostazione e nome del capoclasse e del primo dei 4 sottomarini da realizzare localmente non sono d’altra parte stati scelti a caso: il primo HANGOR (un DAPHNE francese consegnato nel 1970 e radiato nel 2006) affondò la moderna fregata indiana KHUKRI esattamente 50 anni fa, il 9 dicembre 1971, ed era comandato da Ahmad Tasnim, oggi viceammiraglio in pensione.

Seguitec sul nostro Canale Telegram.

anteprima logo RID Israele approva l’acquisto di elicotteri CH-53K

Il Governo israeliano ha ufficialmente approvato il contratto per l’acquisizione di una dozzina elicotteri da trasporto pesante Lockheed Martin/Sikorsky CH-53K KING STALLION per l’Aeronautica. 

anteprima logo RID L’Aeronautica Canadese esclude l’F/A-18E/F dal Future Fighter Capability Project

Il 1o dicembre il Public Services and Procurement Canada (PSPC) ha confermato che l’F/A-18E/F è stato eliminato dal progetto Future Fighter Capability Project lanciato nel 2017, con lo scopo di trovare un sostituto per la flotta di CF-18 HORNET della Royal Canadian Air Force (RCAF). Precedentemente il Canada, sotto l'amministrazione Trudeau, aveva cancellato l’acquisizione dell’F-35, nonostante a luglio abbia pagato altri 71 milioni di dollari per lo sviluppo del caccia, e aveva indetto una nuova gara per 88 nuovi caccia, con consegne previste a partire già dal 2025, gara che, per assurdo, potrebbe vincere proprio l’F-35. Infatti, ad oggi, dopo l’esclusione dell’F/A-18E/F, i due candidati rimanenti sono il Saab GRIPEN E e il Lockheed Martin F-35A LIGHTNING II. In attesa del vincitore della gara, la RCAF ha acquistato 18 F/A-18A/B di seconda mano della Royal Australian Air Force (RAAF).

Seguiteci sul nostro Canale Telegram.

anteprima logo RID Accordo G2G per la fornitura di 18 AW-169M alle FA austriache

Il Ministro della Difesa Lorenzo Guerini ha firmato a Roma con la controparte austriaca Klaudia Tanner un documento preliminare dell’accordo G2G per la fornitura di 18 AW-169M per le Forze Armate austriache. Il documento avvia la fase che porterà alla sottoscrizione dell’accordo entro il 20 dicembre, successivamente alla firma del contratto di acquisizione entro la metà di gennaio, al fine di consegnare il primo elicottero per dicembre 2022. Il presente accordo fa parte di uno schema più grande delineato nella Direttiva per la Politica Industriale della Difesa di quest’anno, ed è il secondo dopo quello siglato con la Slovenia il 17 novembre per la fornitura di un C-27J.

Seguiteci sul nostro Canale Telegram.

anteprima logo RID La versatilità dell’AW149

L’AW149, versione militare dell'AW189, è un elicottero multiruolo di ultima generazione progettato da Leonardo. Tale elicottero è in gara per soddisfare il requisito della RAF per il rimpiazzo degli obsoleti SA 330 PUMA. Nel caso in cui l’AW149 fosse il vincitore, la sua produzione verrebbe trasferita dallo stabilimento di Vergiate a quello inglese di Yeovil.

Seguiteci sul nostro Canale Telegram.

anteprima logo RID 80 RAFALE F4 per gli EAU

La visita del Presidente francese Emmanuel Macron in Arabia Saudita, Qatar ed Emirati Arabi Uniti è stata l’occasione per piazzare uno storico ordine per 80 RAFALE F4 agli EAU. Alla presenza del Presidente francese e dello sceicco Mohammed bin Zayed Al-Nahyane, principe ereditario di Abu-Dhabi e vicecomandante delle FA degli Emirati Arabi Uniti, Eric Trappier, CEO di Dassault Aviation, ha firmato con Tareq Abdul Raheem Al-Hosani, Presidente e AD del Consiglio economico Tawazun (responsabile del procurement), un contratto storico per l'acquisizione di 80 RAFALE allo standard F4 per la United Arab Emirates Air Force & Air Defence (UAE AFD). Gli Emirati Arabi Uniti saranno il primo utente al di fuori della Francia ad utilizzare la versione F4. Precedentemente, la versione F4 sembrava destinata alle sole FA francesi, destinando la versione F3R all’export, ma la politica di vendita deve essere cambiata, forse per via della succulenta prospettiva di vendita (vedi anche RID 05/2020). Nel suo comunicato ufficiale, Dassault Aviation descrive questo contratto come “il culmine di oltre 45 anni di un rapporto di fiducia tra gli Emirati Arabi Uniti e Dassault”. In effetti, gli EAU sono un cliente tradizionale di Dassault ed opera una flotta di circa 62 MIRAGE 2000-9, la cui modernizzazione è stata lanciata due anni fa. Questo contratto è un'ottima notizia per la Francia e la sua industria aeronautica, un intero ecosistema di 400 aziende, grandi e piccole, che contribuiscono al RAFALE. L’intera filiera beneficerà di una continuità produttiva di circa 10 anni grazie a questa commessa e agli altri ordini export e nazionali recentemente piazzati (gli EAU diventeranno il sesto paese utilizzatore). Questo contratto, il più grande mai ottenuto dall'industria aeronautica francese nel settore dei caccia, rafforzerà la base industriale nazionale anche in vista dello SCAF, accrescendo ulteriormente il peso di Parigi (già piuttosto forte) in seno al consorzio trinazionale.

Seguiteci sul nostro Canale Telegram.