LEONARDOFincantieri
Viaggi RID
logo RIDa cura della Rivista Italiana Difesa
RID - Rivista Italiana Difesa 05-05-2016 Su-30SME: il nuovo FLANKER data: a cura di:

A dimostrazione di quanto sia stata indovinata la formula, come testimoniato anche dai tanti successi commerciali, la United Aicraft Corporation russa ha presentato un'altra versione del FLANKER, denominata Su-30SME FLANKER-H. Si tratta, in particolare, di una variante per l'export del caccia multiruolo pesante Su-30SM, in servizio con le Aeronautiche Russa e del Kazakhstan, a sua volta variante avanzata e "russizzata" dell'indiano Su-30MKI, rispetto al quale possiede radar, sistemi di comunicazione IFF e seggiolini eiettabili più moderni e performanti. Di questa nuova soluzione per l'export non sono ancora al momento disponibili molti dettagli, ma potrebbe trattarsi di una versione "downgradata" dell'eccellente Su-30SM che attualmente continua ad essere dispiegato con la Task Force Aerea russa in Siria ed è oggetto di avanzate negoziazioni con l'Iran. Peraltro, lo scorso 3 aprile, il Ministero della Difesa russo ha ordinato altri 30 di questi velivoli, con consegne previste entro la fine del 2018. Dalle prime informazioni, sembrerebbe che la versione SME sia equipaggiata con nuovi sistemi avionici di produzione russa, tra cui il radar a scansione elettronica passiva N011M BARS-R, a differenza della versione MKI dotata di suite avionica con componenti francesi ed israeliane, in particolare HUD e sistema di navigazione. Il nuovo FLANKER-H condivide molti dei sistemi che equipaggiano la versione SM, mantenendo la stessa struttura e gli stessi motori Saturn AL-37FP con sistema vettorante, ma come detto è probabilmente meno performante rispetto ad esso, in particolare nei sistemi radar e negli armamenti, essendo destinato a clienti che probabilmente non dispongono di budget massicci o di competenze per operare una versione del velivolo “full”. Oltre al già citato interesse manifestato dall’Iran, il nuovo FLANKER-H potrebbe aver un altro potenziale acquirente nella Malesia, che nelle ultime settimane avrebbe mostrato interesse nei confronti del Su-30SME e peraltro già utilizzatrice della versione MKM del caccia (18 velivoli).


Condividi su: