LEONARDO
Viaggi RID
logo RIDa cura della Rivista Italiana Difesa
RID - Rivista Italiana Difesa 10-05-2019 Algeria, primo impiego di UAV combat data: a cura di:

Secondo quanto comunicato dal Ministero della Difesa algerino, durante gli ultimi giorni di aprile è avvenuto il primo impiego operativo degli UAV MALE indigeni EL JAZAIR 55, o quantomeno il primo ufficializzato da Algeri. Non fornendo particolari dettagli sull’accaduto, il Ministero parla genericamente di un attacco aereo ad opera di 2 apparecchi ai danni di un non specificato bersaglio situato all’interno di una vallata in una zona montagnosa. Probabile che l’obiettivo fosse una serie di rifugi/tunnel appartenenti ai militanti di AQIM presenti nell’area di Tebessa, nei pressi del confine tunisino. Durante il raid, i JAZAIR 55 hanno impiegato bombe non guidate da mortaio da 120 mm adattate al trasporto su rack montati ai piloni subalari e sono stati coadiuvati da un JAZAIR 54 che ha provveduto all’identificazione del bersaglio. Le 2 varianti rappresentano la copia algerina – prodotta localmente su licenza della Adcom Systems - degli UAV emiratini Yabhon UNITED 40 Block 5 (JAZAIR 54) e dei più piccoli FLASH 20 (JAZAIR 55), a loro volta basati sugli UAV da sorveglianza cinesi PTERODACTYL I (una delle prime varianti del WING LOONG cinese). Pur non essendo noti i dettagli sul numero di apparecchi a disposizione dell’Aeronautica Algerina, si ritiene che esistano almeno 4 velivoli operativi (2 JAZAIR 54 ed altrettanti JAZAIR 55).


Condividi su: