LEONARDO
Viaggi RID
logo RIDa cura della Rivista Italiana Difesa
RID - Rivista Italiana Difesa 29-05-2019 Lockheed Martin lascia la gara FFG(X) data: a cura di:

Lockheed Martin ha annunciato la propria decisione di lasciare come prime contractor la gara dell’US Navy per l'acquisizione di una nuova fregata. Nell’ambito del programma, noto come FFG(X), Lockheed Martin correva con un’evoluzione della sua LCS classe FREEDOM, simile alla MMCS per la Marina Saudita, in partnership con Fincantieri che, ricordiamo, produce la classe FREEDOM presso i suoi cantieri di Marinette Marine nel Wisconsin. Restano, pertanto, in gara la stessa Fincantieri, con un’evoluzione della FREMM, Austal USA, che propone un derivato della LCS INDEPENDENCE, HHI, con una variante del cutter alturiero classe LEGEND, e General Dynamics, che offre in partnership con Navantia una variante delle fregate F-100. Lockheed Martin, tuttavia, continuerà ad avere un ruolo importante considerando che molti equipaggiamenti di fornitura governativa che andranno a bordo del progetto selezionato sono di propria produzione, a cominciare dal CMS COMBATSS-21 e dal lanciatore a celle verticali Mk41. La motivazione addotta da Lockheed Martin per la decisione è stata che il design FREEDOM sarebbe tirato al massimo per soddisfare il requisito e accogliere tutte le capacità richieste. Del resto la MARINA Americana vuole una fregata vera e propria e non un’unità multimissione litoranea “ingrassata”. Nelle prossime settimane è attesa una RFP (Request For Proposal) definitiva e l’assegnazione è prevista nel 2020.


Condividi su: