LEONARDO
Viaggi RID
logo RIDa cura della Rivista Italiana Difesa
RID - Rivista Italiana Difesa 20-06-2019 L'Iran abbatte un GLOBAL HAWK Tensione nel Golfo con l'abbattimento di un grande HALE americano data: a cura di:


Aggiornamento: 

Il CENTCOM conferma che si tratta di un RQ-4 BAMS-D, come descritto nell'articolo. 


Le Forze Armate iraniane hanno abbattuto un velivolo senza pilota americano della famiglia GLOBAL HAWK. Secondo fonti di stampa iraniane, il velivolo è stato abbattuto nei pressi del distretto di Kouhmobarak, nella provincia di Hormozgan, ovvero a sud-est dello stretto di Hormuz propriamente detto, e a nord della posizione in cui 2 petroliere sono state attaccate nei giorni scorsi. L’abbattimento sarebbe stato effettuato con l’uso di missili superficie-aria del sistema RAAD, “tuono”, un sistema mobile che si può considerare l’analogo iraniano del BUK russo. L’Iran ha annunciato ufficialmente che l’abbattimento è un segnale che “pur non volendo la guerra”, il Paese è pronto a combattere. Gli Iraniani sostengono che il velivolo abbia violato il loro spazio aereo, mentre gli Americani affermano che si trovasse nello spazio aereo internazionale.

Le prime notizie pubblicate hanno sostenuto che si trattasse, nello specifico, di un MQ-4C TRITON dell’US Navy, ovvero la più recente e forse la più complessa variante del GLOBAL HAWK, destinata alla ricognizione marittima.

Il programma MQ-4C è tuttavia ancora nella sua fase di ingresso in servizio attivo e sono pochissimi gli esemplari consegnati alla forza armata. Il primo, e per ora unico, Squadron equipaggiato con i TRITON è l’Unmanned Patrol Squadron 19 (VUP-19) della base NAS Jacksonville, in Florida, sede anche dell’infrastruttura addestrativa. I primi TRITON volano però dalla Naval Base Ventura County (NBVC) Point Mugu, sulla costa del Pacifico, che ha ricevuti i primi 2 nel giugno del 2018.

Il primo dispiegamento operativo dei TRITON è atteso a Guam nel prossimo futuro, quindi un dispiegamento nel Golfo sarebbe una sorpresa.

Il velivolo abbattuto potrebbe essere dunque il 166510, che è stato tracciato il 15 giugno scorso nel suo trasferimento dalla NAS Patuxent River alla base di Al Dhafra in Qatar. Questo velivolo non è un “vero” TRITON, ma un dimostratore usato per il suo sviluppo. Si tratta di vecchi GLOBAL HAWK Block 10, “ereditati” dall’USAF e usati dal 2009 in poi come RQ-4N Broad Area Maritime Surveillance - Demonstrators (BAMS-D). Questi velivoli rimangono in uso presso la base di Patuxent River in attesa della maturitò del TRITON e sono stati più volte dispiegati sia a Sigonella sia nel Golfo. Non possiamo comunque escludere a priori che anche uno dei primi MQ-4C possa essere stato dispiegato in segreto in teatro: non sarebbe la prima volta, e possiamo ricordare il caso della “bestia di Kandahar”.  

I GLOBAL HAWK sono velivoli del tipo HALE (High Altitude, Long Endurance) che possono volare fino ad oltre 60.000 piedi di altitudine, teoricamente fuori dal tiro di molte armi avversarie. L’abbattimento di un velivolo di questo tipo, peraltro fra i più costosi, è un evento molto significativo.

Nei giorni scorsi un MQ-9 REAPER in volo sul Golfo era stato attaccato, senza successo, con un SAM spalleggiabile lanciato da unità navali iraniane, mentre un altro REAPER è stato abbattuto in Yemen dagli Houthi, che hanno anche lanciato nuovi missili cruise di produzione iraniana contro obiettivi in Arabia Saudita.


Condividi su: