LEONARDO
Viaggi RID
logo Stato Maggiore Difesaa cura dello Stato Maggiore Difesa
RID - Rivista Italiana Difesa 28-06-2019 Missione in Afghanistan: corso Police Mentorship Program Nella missione in Afghanistan, militari italiani formano 30 istruttori delle Forze di Polizia locali data: a cura di:

Si è concluso, al Training Advise Assist Command West (TAAC-W) di Herat a guida italiana, un corso finalizzato a formare istruttori in grado, a loro volta, di trasmettere al proprio personale la metodologia di lavoro caratteristica delle Forze di Polizia, incentrandola sulle esigenze del cittadino. Tali tecniche permettono di elevare la professionalità del personale di pubblica sicurezza e far progredire il rapporto tra agenti e popolazione, così da rafforzare quel legame di fiducia fondamentale per poter operare al meglio sul territorio. In tale quadro, l’Afghan National Police (ANP) pone sempre maggiore attenzione alla salvaguardia della popolazione e alla tutela della proprietà privata.

Tra le materie del corso, seguito da trenta Ufficiali di Polizia afgani: etica, rapporti con la stampa, studio della scena del crimine, prevenzione, tutela dei minori, abusi familiari e gender. Le lezioni sono state tenute da istruttori della missione in Afghanistan Resolute Support affiancati da istruttori italiani dell’Esercito e dell’Arma dei Carabinieri.

In particolare, l’addestramento, il supporto e l’assistenza alle Forze di Polizia Afghane vengono seguiti da personale dei Carabinieri del 7° e 13° Reggimento, inquadrato nel TAAC-W di Herat, attualmente a guida Brigata di Cavalleria “Pozzuolo del Friuli”. Gli uomini dell’Arma dei Carabiniericostituiscono il Policy Advisory Team (PAT) in un’ottica interforze e in sinergia con le Forze Armate italiane presenti.
Il Comando della missione in Afghanistan di Herat, a guida italiana, si compone anche di personale dell’Aeronautica Militare e Marina Militare e militari di: Albania, Lituania, Romania, Slovenia, Stati Uniti, Ucraina e Ungheria.

La Missione in Afghanistan Resolute Support è composta da militari di 41 nazioni, tutti uniti in un unico scopo, quello di contribuire all’adestramento, assistenza e consulenza a favore delle Istituzioni e delle Forze di Sicurezza locali al fine di facilitare le condizioni per la creazione di uno stato di diritto, Istituzioni credibili e trasparenti e soprattutto, Forze di Sicurezza autonome e ben equipaggiate. 


Condividi su: