LEONARDO
Viaggi RID
logo RIDa cura della Rivista Italiana Difesa
RID - Rivista Italiana Difesa 23-09-2019 Cambio di comando a COMSUBIN data: a cura di:

Si è svolta oggi, nella storica base del Varignano (Spezia) ed alla presenza del Capo di Stato Maggiore della Marina, Amm. Giuseppe Cavo Dragone, la cerimonia di cambio di comando del Raggruppamento Subacquei ed Incursori “Teseo Tesei”. All’Amm. di Divisione i Divisione Paolo Pezzutti è subentrato il Contrammiraglio Massimiliano Rossi. L’Ammiraglio Pezzutti ha lasciato l’incarico di Comandante del  COMSUBIN, al termine di un intenso periodo durato quasi 4 anni, per andare a ricoprire il ruolo di Comandante della Seconda Divisione Navale con sede a Taranto. L’Ammiraglio Rossi ha assunto il comando del reparto dopo aver già ricoperto l’incarico di Comandante del Gruppo Operativo Incursori e quello di Capo di Stato Maggiore del Comando Interforze per le Operazioni delle Forze Speciali. A margine della cerimonia, svoltasi nel consueto clima informale che contraddistingue tradizionalmente tali eventi in seno alla “famiglia” COMSUBIN, l’Amm. Cavo Dragone si è brevemente soffermato con i giornalisti presenti, tra cui anche lo Scrivente, tornando, dopo la sua audizione in Parlamento che ha preceduto la pausa estiva, sull’emergenza del personale e ribadendo il concetto che gli attuali numeri, e più ancora quelli previsti dalla Riforma Di Paola, sono insufficienti a garantire un’efficace gestione della Forza Armata, alla luce dei suoi innumerevoli impegni. Un fronte particolarmente critico è quello degli Arsenali dove in assenza di correttivi, ai quali la Difesa sta lavorando, si rischia di arrivare al 2024 “ad un punto di non ritorno”. Infine, il Capo di Stato Maggiore della Marina ha voluto rimarcare ancora una volta l’importanza e la strategicità del mare per un Paese come l’Italia assicurando che la Marina Militare farà di tutto per divulgare certi concetti e per far crescere una più attenta percezione da parte dell'opinione pubblica sui grandi temi della marittimità.


Condividi su: