LEONARDOFincantieri
Viaggi RID
logo RIDa cura della Rivista Italiana Difesa
RID - Rivista Italiana Difesa 09-12-2019 La Francia ordina 6 OPV per la ZEE data: a cura di:

Non solo portaerei, sottomarini e fregate di nuova generazione. La scorsa settimana infatti il Presidente francese Emmanuel Macron ha annunciato, nel corso del Maritime Economy Congress di Montpellier, l’ordine ai cantieri Socarenam, di Boulogne-sur-Mer, per la costruzione di 6 nuovi OPV da 70 m, tipo POM (Patrouilleurs Outre-Mer), destinati alla sorveglianza della ZEE, e alla difesa delle zone di pesca nazionali, al fine di fronteggiare – ha sottolineato il Capo dello Stato – “un contesto di minacce crescenti alle nostre risorse di pesca, biodiversità e norme marittime internazionali”. La ZEE francese è tra l’altro, anche a causa dei resti del suo impero coloniale, la più vasta del mondo, pari a 4,5 milioni di km², superando di misura quella statunitense. Le nuove unità potranno raggiungere una velocità massima di 22 nodi, Ed avranno un’autonomia di 5.500 miglia, per missioni della durata di un mese. Saranno armate probabilmente con una mitragliatrice da 20 mm a comando remoto più armi leggere a puntamento manuale, e nella sezione centro-poppiera dispongono di baie di missione per RHIB, e un ponte di volo con un hangar destinato a droni ad ala fissa e rotante da 700 kg. I 6 OPV saranno consegnati tra 2022 e 2025, e andranno a sostituire i rimanenti pattugliatori degli anni ’80 classe P-400, LE MALIN, e ARAGO. Saranno così suddivise: 2 unità nel Pacifico, in Nuova Caledonia, nella base di Noumea; 2 navi nella base insulare di Port Réunion (Oceano Indiano); una a Papete, in Polinesia, e la sesta a disposizione in Francia per le turnazioni legate alla manutenzione.


Condividi su: