LEONARDO
Viaggi RID
logo RIDa cura della Rivista Italiana Difesa
RID - Rivista Italiana Difesa 24-02-2020 L’evoluzione del carro da combattimento LEOPARD 2 data: a cura di:

La recente consegna all’Esercito Tedesco e a quello Danese dell’ultima versione del LEOPARD 2 – unitamente alla celebrazione dei 40 anni di tale carro – ha reso d’attualità questo mezzo (adottato da ben 19 Paesi) che, quantunque sviluppato nella metà degli anni ’70, abbondantemente modificato e dotato di sistemi sempre più avanzati in modo da essere sempre all’altezza dei tempi, continua a rappresentare uno dei migliori MBT (Main Battle Tank) attualmente disponibili sul mercato. Nell’ambito degli eserciti dei principali Paesi, l’unico che ha introdotto (quantunque forse ancora in una fase di sperimentazione operativa) un carro da combattimento concettualmente del tutto nuovo è stata la Russia con il T-14 ARMATA (vedi RID 2/2016 pagg. 34-45). Per quasi tutte le Forze Armate delle altre nazioni in grado di produrre MBT si è trattato invece di un progressivo miglioramento di mezzi concepiti negli anni ‘70. Naturalmente non ha fatto eccezione il tedesco LEOPARD 2, realizzato dalla Krauss Maffei (poi Krauss Maffei Wegman, più semplicemente KMW), che lo scorso 29 ottobre ha consegnato alla Bundeswher il primo esemplare dell’ultimo modello di tale carro, designato LEOPARD 2A7V, ottenuto mediante refitting di esemplari realizzati molti anni prima. Questa procedura è stata adottata comunque anche da altri Paesi, ma in Germania tale soluzione è stata applicata in maniera molto consistente.

Tutto l'articolo è disponibile su RID 3/20.


Condividi su: