LEONARDOFincantieri
Viaggi RID
logo Stato Maggiore Difesaa cura dello Stato Maggiore Difesa
RID - Rivista Italiana Difesa 11-04-2020 Missione in Kuwait: Esercitazione per gli Eurofighter Nella missione in Kuwait, il personale dell’A.M. ha svolto un’importante attività di Sicurezza Volo data: a cura di:

La cultura della safety è uno dei punti fermi dell’Aeronautica Militare e la Sicurezza del Volo è parte integrante di tutte le attività operative della Forza Armata.

In questa direzione, l’11 aprile scorso nell'ambito della missione in Kuwait, gli Eurofighter del Task Group Typhoon, rischierati sulla base aerea di Al Jaber in Kuwait, hanno svolto una prova reale di emergenza, la prima del suo genere sul sedime mediorientale, simulando l’avaria dell’impianto idraulico di un velivolo del Gruppo. 

Così, al rientro da una missione operativa, in prossimità della testata pista in uso per l’atterraggio, l’F-2000 dell’A.M. ha dichiarato emergenza alla torre, simulando di non poter tornare al parcheggio e richiedendo l’intervento immediato dei mezzi antincendio per la perdita di fluido idraulico.

Sotto la supervisione degli Ufficiali Sicurezza Volo italiani e statunitensi, i firefighters del 407th ECES (Expeditionary Civil Engineer Squadron) dell’USAF sono prontamente intervenuti per fornire adeguata copertura contro il fuoco agli specialisti dell’A.M., che nel frattempo erano impegnati a mettere in sicurezza pilota e velivolo, prima di trainare l’F-2000 fino al parcheggio.

Operando da un’Air Base dove l’assistenza ai nostri F-2000 viene fornita dalla nazione ospitante – ha dichiarato il Comandante del Task Group, Magg. Pil. Rolando P. – abbiamo partecipato, prima di svolgere questa esercitazione, ad alcuni briefing conoscitivi sui mezzi, sulle diverse attrezzature e sulle procedure in uso presso l’aeroporto, per evitare che, in caso di emergenza reale, un errore o un mancato coordinamento potessero avere conseguenze fatali.

Contestualmente firefighters del 407th ECES hanno effettuato sessioni di familiarizzazione con i velivoli Eurofighter dell’A.M., per essere pronti ad intervenire, garantendo una corretta risposta del proprio personale alle operazioni di soccorso.

Nel delicato contesto dell’Operazione Inherent Resolve abbiamo implementato la cultura della safety, per continuare ad operare con impegno e determinazione e raggiungere tutti gli obiettivi assegnati in piena sicurezza”.


Condividi su: