LEONARDOFincantieri
Viaggi RID
logo RIDa cura della Rivista Italiana Difesa
RID - Rivista Italiana Difesa 30-04-2020 Via al nuovo carro franco-tedesco data: a cura di:

Anche se a distanza a causa della pandemia, i Ministri della Difesa tedesco e francese, Annegret Kramp-Karrenbauer e Florence Parly, hanno firmato un Framework Agreement che definisce l’organizzazione del progetto e la struttura del management congiunto per il programma Main Ground Combat System riguardante lo sviluppo di un nuovo MBT.

L’obiettivo è avere un nuovo carro, o forse una nuova famiglia di veicoli e sistemi di combattimento terrestre, pronti per il 2035 per iniziare a rimpiazzare i LEOPARD 2 e gli AMX-56 LECLERC.

L’accordo presuppone la condivisione al 50% dei costi del progetto, mentre ad entrambe le nazioni andranno, secondo l’annuncio del Ministero tedesco, “sufficienti diritti di proprietà intellettuale per gli usi futuri delle tecnologie sviluppate”. La suddivisione dei ruoli per le rispettive industrie, oltre che incertezze sulla possibilità di arrivare a regole condivise sull’export del nuovo sistema verso altri Paesi, sono stati fra gli aspetti più problematici da definire in questa prima fase del programma.

Questo accordo serve a consentire a Rheinmetall e Krauss-Maffei Wegmann (KMW) di dividersi il lavoro che tocca alla Germania, mentre Nexter sarà responsabile per la parte francese.

Con il management definito, si potrà procedere con la fase System Architecture Definition Study – Part 1, con durata prevista di 18 mesi e un costo di 75 milioni di euro per ciascuna nazione.

Una volta definite le caratteristiche richieste al nuovo sistema, seguirà la fase di dimostrazione tecnologica, con durata prevista fino al 2024, che dovrebbe concludersi con la realizzazione di un numero imprecisato di veicoli dimostratori.

Fra il 2024 e il 2027 i dimostratori verranno testati e ulteriormente sviluppati, con l’obiettivo di avviare la produzione nel 2028. I primi veicoli dovrebbero essere consegnati nel 2035 ma, fra prove ed addestramento, la IOC è attesa soltanto attorno al 2040.

Il programma Main Ground Combat System è stato avviato formalmente il 20 giugno 2018, dopo una prima fase di valutazioni congiunte che era stata lanciata già nel 2012. Ad Eurosatory 2018 era stato simbolicamente presentato un “EuroTank” che montava la torre del francese LECLERC su uno scafo LEOPARD 2. Sicuramente più rilevanti sono, però, gli studi di Nexter su un cannone da 140mm e il parallelo programma di Rheinmetall per un’arma in calibro 130mm. Questi pezzi sono ovviamente dei possibili candidati ad armare il futuro veicolo da combattimento primario, che potrebbe essere parte di un più ampio sistema inclusivo, probabilmente, di Unmanned Ground Vehicles.


Condividi su: