LEONARDOFincantieri
Viaggi RID
logo RIDa cura della Rivista Italiana Difesa
RID - Rivista Italiana Difesa 27-07-2020 Operativo il primo sistema MMCM franco-britannico data: a cura di:

Il primo “sistema di sistemi” autonomo dedicato alle contromisure mine al mondo è stato dichiarato operativo la settimana scorsa. Thales ha annunciato il successo delle prove condotte dalla configurazione di base del sistema franco-britannico MMCM (Maritime Mine Counter Measures), condotte in condizioni operative reali. Il programma è stato lanciato nel 2010 ed assegnato a Thales ed ECA Group nel 2015. Questa prima missione è stata organizzata al largo delle coste di Brest alla fine di giugno 2020 alla presenza di funzionari di entrambe le nazioni. Nell'arco di una settimana, l’MMCM ha operato in 4 scenari operativi utilizzando tutti i sottosistemi sviluppati per il programma: la nave di superficie senza equipaggio (USV) con il suo sonar di ricerca volumetrica, il sonar trainato, 2 veicoli subacquei senza equipaggio (UUV) equipaggiati con il sonar SAMDIS e il sistema robotico di neutralizzazione delle mine. Ciascuna missione comprendeva diverse sequenze che combinavano veicoli autonomi con funzioni altamente automatizzate e sequenze controllate a distanza dal centro di comando operativo tramite un sistema di comunicazione sicuro.

I primi 2 scenari prevedevano il rilevamento, la classificazione e la localizzazione delle minacce end-to-end per tutta la missione. Nel terzo scenario, i rilevamenti del sistema sono stati confrontati con i dati di una missione precedente per rilevare le eventuali differenze di performance. Il quarto ed ultimo scenario ha comportato il trasferimento e l'identificazione di diverse mine e la neutralizzazione di una di esse. Tutte le minacce previste dai 4 scenari sono state rilevate e la procedura di neutralizzazione interamente robotizzata ha funzionato alla perfezione. Christophe Serrat, responsabile del programma MMCM presso OCCAR, ha dichiarato che questa fase di test precede il raggiungimento della piena capacità operativa, prevista per l’autunno, e la fase di produzione in serie.  Approfittando di questa occasione, Alexis Morel, vice-presidente delle attività subacquee di Thales, ha molto enfatizzato il fatto che il sistema MMCM sia il primo del suo genere in quanto composto unicamente da sistemi autonomi e gestiti a distanza.

(Foto Thales/Shaun Roster)


Condividi su: