LEONARDO
Viaggi RID
logo RIDa cura della Rivista Italiana Difesa
RID - Rivista Italiana Difesa 06-01-2021 Nuovi reparti EW per lo US Army data: a cura di:

Prosegue l’impegno dell’Esercito americano volto alla ricostituzione – dopo il loro smembramento con la fine della Guerra Fredda - di unità specificamente dedicate alla guerra elettronica. Oltre all’approvvigionamento di nuovi sistemi, lo US Army sta creando nuovi reparti che andranno ad integrarsi all’interno di ogni Brigade Combat Team. Nello specifico, ogni BCT disporrà di una compagnia CEMA, formata da un plotone responsabile della EW e da una squadra dedicata alle attività SIGINT. Tali unità utilizzeranno la nuova piattaforma integrata per operazioni offensive cyber/EW/SIGINT TLS-BCT (Terrestrial Layer Syste - Brigade Combat Team) in via di acquisizione dallo US Army e la cui entrata in servizio dovrebbe avvenire nella seconda metà del 2022. Una volta scelto il sistema tra i 2 in gara presentati, rispettivamente, da Boeing/Digital Receiver Technology e da Lockheed Martin, la piattaforma verrà integrata sui veicoli da combattimento ruotati 8X8 STRYKER, i primi dei quali saranno quelli assegnati alla 1st Stryker Brigade Combat Team/4th Infantry Division. Fino all’acquisizione di tali sistemi e alla costituzione dei relativi reparti, tuttavia, lo US Army continuerà a non disporre di assetti EW organici alle proprie brigate. Proprio per sopperire a tale lacuna, nel corso degli ultimi 2 anni alcuni reparti (3rd Brigade Combat Team/1st Armored Division col plotone “Spectre”, ma anche la 2nd Stryker Brigade Combat Team/2nd Infantry Division e la 173rd Airborne Brigade Combat Team di Vicenza) hanno creato al proprio interno unità specializzate nell’impiego di piattaforme EW ancora in fase prototipale e propedeutiche allo sviluppo del TLS. Nello specifico, si tratta dei sistemi TEWS (Tactical Electronic Warfare System), della sua versione “leggera” da supporto TEWL (Tactical Electronic Warfare Light) montata su veicolo FLYER72 e del sistema SIGINT PROPHET. La ratio di tale scelta va cercata sia nella volontà di fornire una minima capacità operativa alle unità di stanza in Europa o nel Pacifico, sia al fine di testare le caratteristiche ed i vulnus dei suddetti sistemi nell’ottica della “risk reduction” riguardante la futura piattaforma TLS. Oltre alla suddetta organizzazione delle unità CEMA a livello di brigata, è prevista anche la costituzione di compagnie CEMA a livello divisionale/o di corpo basate sul sistema TLS-EAB (Echelons
Above Brigate) per le operazioni offensive EW e cyber sulle lunghe distanze e contro obiettivi ad alta priorità. Oltre alle citate piattaforme terrestri, va ricordato che le unità aeree dello US Army equipaggiate con UAV MQ-1C GRAY EAGLE, riceveranno il pod jamming avioportato MFEW (Multi-Function Electronic Warfare).


Condividi su: