LEONARDO
Viaggi RID
logo RIDa cura della Rivista Italiana Difesa
RID - Rivista Italiana Difesa 27-09-2021 Royal Navy, iniziata la costruzione delle nuove fregate Type-31 data: a cura di:

Il 23 settembre nei rinnovati cantieri scozzesi della Babcock di Rosyth è avvenuta la cerimonia del taglio della prima lamiera della HMS VENTURER, prima delle 5 fregate medie Type-31 ordinate dalla Royal Navy (e a pochi giorni di distanza dal contratto per 2 unità destinate all’Indonesia, mentre anche in Polonia gareggiano per un programma di 3 fregate). L’avvio dei lavori per la VENTURER è avvenuto in una nuova struttura automatizzata realizzata da Babcock per gestire la costruzione in parallelo di 2 unità, costata 160 milioni di sterline e mirata a rafforzare i legami industriali tra Londra e una Scozia attraversata da nuove spinte indipendentiste. Nei piani inglesi le Type-31 rappresentano un’integrazione a costi più contenuti del programma mirato a sostituire le 13 fregate degli anni ‘90 Type-23/DUKE attualmente in servizio; sostituzione già avviata nel 2017 con la costruzione di 8 più grandi, complesse e costose Type-26/CITY, la cui consegna inizierà nel 2023, anno che vedrà anche il varo della VENTURER. Le 5 Type-31, del costo unitario di 250 milioni di sterline e previste nell’ambito della Royal Navy Integrated Force 2030 (che prevede anche altre 5 unità Type-32 modulari per impiego antisom e antimine, portando da 19 a 24 le unità di scorta della flotta inglese), saranno consegnate entro il 2028 con piena operatività entro il 2030. Si tratta di fregate medie stealth lunghe quasi 139 m e da 5700 t circa di dislocamento, spinte da un apparato tuttodiesel CODAD che garantisce una velocità superiore ai 28 nodi, un elevato livello di efficienza gestionale e automazione (che contribuisce a limitare l’equipaggio a 80-100 elementi a seconda della configurazione di missione, ma con alloggi per 160 effettivi) e ben 9.000 miglia di autonomia. La panoplia di armi e sensori, gestiti dal CMS TACTICOS di Thales, è relativamente spartana, benché vi siano spazi e predisposizioni per potenziarne le capacità. Le Type-31 si presentano armate con un modulo VLS a 12 celle per i missili sup/aria MBDA CAMM (raddoppiabile), cannone da 57/70 mm Mk-110 Bofors, 2 da 40 mm e diverse postazioni per armi da 7,62 tra mitragliatrici e minigun. A poppa, hangar e ponte di volo consentono di far operare un elicottero tipo WILDCAT o MERLIN, mentre una mission bay accoglierà droni USV/UUV e RHIB.


Condividi su: