LEONARDO
Viaggi RID
logo RIDa cura della Rivista Italiana Difesa
RID - Rivista Italiana Difesa 01-02-2022 Lanciato il 2º COSMO-SKYMED di Seconda Generazione data: a cura di:

Dopo 4 rinvii, il 2º satellite COSMO-SKYMED di Seconda Generazione (CSG) è stato messo in orbita tramite un razzo FALCON 9. Il vettore privato, della società SPACE X, si è alzato dalla sua piattaforma di Cape Canaveral, in Florida, alle 18.11 di lunedì 31 gennaio, corrispondenti alle 00.11 del 1º febbraio ora italiana. Si tratta del 2º satellite della costellazione italiana COSMO-SKYMED di Seconda Generazione (e, complessivamente, del 6º esemplare), grazie al quale le capacità complessive del sistema risulteranno ampliate e migliorate. Ricordiamo che COSMO-SKYMED rappresenta la prima costellazione di satelliti a uso duale, civile e militare, una costellazione che da oltre 15 anni è impegnata nel monitoraggio dell’ambiente e del territorio, nella sicurezza e nella gestione delle emergenze. I dati raccolti dai satelliti radar COSMO-SKYMED permettono, infatti, di fornire informazioni utili sia a supporto della vita quotidiana di tutti i cittadini, sia a tutelare e preservare il nostro Pianeta. Questa seconda generazione di satelliti si caratterizza per una serie di nuove funzionalità, per migliori prestazioni e per una maggiore flessibilità di utilizzo. “La costellazione di satelliti COSMO-SKYMED di Seconda Generazione costituisce una risorsa di fondamentale importanza per la Difesa, grazie alle capacità di osservazione della Terra in qualsiasi condizione meteorologica - ha commentato Lorenzo Guerini, Ministro della Difesa. “A livello strategico, consentirà alla Difesa di avere un quadro informativo costantemente aggiornato dei potenziali fattori di rischio e la tempestiva valutazione della situazione operativa, al fine di supportare il processo decisionale per operare le scelte più opportune”. Ricordiamo infine che COSMO-SKYMED è un programma promosso dall’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) con i contributi del Ministero dell’Università e della Ricerca e del Ministero della Difesa. Infine, a livello industriale, le aziende italiane giocano un ruolo di primo piano in COSMO-SKYMED, con Leonardo e le sue joint venture Thales Alenia Space e Telespazio, insieme a un numero significativo di PMI che hanno grandi quote di lavoro e responsabilità. Thales Alenia Space (Thales 67%, Leonardo 33%) è infatti la capocommessa responsabile dell'intero sistema, mentre Telespazio (Leonardo 67%, Thales 33%) ha realizzato il segmento di Terra e ospita, nel Centro spaziale del Fucino, il centro di comando e controllo della costellazione. Leonardo contribuisce inoltre al programma fornendo i sensori di assetto stellare per l’orientamento del satellite, i pannelli fotovoltaici e le unità elettroniche per la gestione della potenza elettrica. Infine, i dati generati dai satelliti COSMO-SKYMED sono commercializzati in tutto il mondo dalla società e-Geos (Telespazio 80%, ASI 20%).


Condividi su: