LEONARDO
Viaggi RID
logo RIDa cura della Rivista Italiana Difesa
RID - Rivista Italiana Difesa 29-04-2022 Primi pattugliamenti per i J-20 con nuovi motori data: a cura di:

A partire dalla prima settimana di aprile, i caccia J-20 hanno iniziato i primi pattugliamenti armati sui mari cinesi Meridionale ed Orientale. Si tratta della prima conferma di Pechino sulla regolare presenza di tali velivoli all’interno del Comando militare meridionale i cui reparti aerei, a differenza di quelli orientali, non dispongono, ufficialmente, di J-20. Secondo fonti politiche ed industriali, peraltro, i velivoli coinvolti sarebbero tutti equipaggiati con i nuovi motori turbofan Shenyang WS-10C prodotti localmente, che hanno finalmente sostituito i WS-10B cinesi ed i Saturn AL-31FM2 russi scelti inizialmente come soluzione tampone in attesa della lunga fase di perfezionamento dei nuovi propulsori. In realtà, l’integrazione dei WS-10C sui J-20 era già partita nella seconda metà del 2019 sui velivoli della 172ª Brigata aerea test e addestramento della PLAAF con sede a Cangzhou, seguita, dalla prima metà del 2021, da quella effettuata sui caccia appartenenti alla 1ª Brigata di stanza ad Anshan, nel Comando militare settentrionale, per un totale di circa 40 aerei equipaggiati con i nuovi motori. Secondo i dati comunicati da Pechino, i WS-10C garantirebbero minori consumi, una spinta maggiore rispetto ai AL-31FM2 – in realtà, un incremento irrisorio da 32.600 libbre a 33.000 - e capacità di volo supersonico in modalità supercruise, vale a dire senza l’impiego dei postbruciatori. Tuttavia, anche il WS-10C rappresenta, teoricamente, una soluzione provvisoria in attesa della risoluzione dei problemi del più prestante motore Xian WS-15 – dotato di controllo vettoriale e in grado di erogare 40/41.000 libbre di spinta - originariamente progettato ex novo proprio per equipaggiare i J-20. Dopo il fallimento dei test valutativi del 2019, lo scorso marzo sarebbero riprese le prove di volo con un paio di J-20 equipaggiati con i WS-15.


Seguiteci anche sul nostro canale Telegram.


Condividi su: