Valutazione discussione:
  • 13 voto(i) - 4 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Programma F-35
Franky Offline
Junior Member
**

Messaggi: 16
Discussioni: 0
Registrato: Apr 2014
#25
RE: Programma F35
Sicuro che ci sono le predispossizioni per i CFT? E se si, mi chiedo a che scopo? Aumentare il raggio d'azione significa volerne fare un caccia non solo da superiorità aerea ma anche un bombardiere. Tutto bello, se non fosse per il fatto che al riguardo le linee guida delle A.M. sono piuttosto chiare, si preferisce l'F35 per la strategicità data dalla presunta stelthness del velivolo che può/potrebbe penetrare in profondità nel territorio nemico, sganciare il carico e far ritorno alla base - un First Strike da manuale.

15-04-2014, 03:09 PM
Cerca Cita messaggio
Direttore Offline
Administrator
*******

Messaggi: 6.933
Discussioni: 5
Registrato: Apr 2014
#26
RE: Programma F35
Ci sono le predisposizioni, come su tutti i Tranche 3A, ma l'AM non ha il requisito.
15-04-2014, 03:34 PM
Cerca Cita messaggio
luzzone Offline
senior member
*****

Messaggi: 1.024
Discussioni: 1
Registrato: Mar 2014
#27
RE: Programma F35
Allora l'US Navy non si fida dell'invisibilita' dell' F35 ed era scontato, noi produciamo l'aereo piu' equilibrato e con i maggiori margini di crescita presente sul mercato ed anche combat ready, lo Storm Shadow dove lo mettiamo ? sotto le ali dell'incursore invisibile ? Ma stiamo ancora a discutere ? Avanti con i 121 EF 2000 ( sono un pensionato e non ho nessun interesse nell'industria aereonautica europea ! ) e condiamoli con un po' di F 35, quando saranno in grado di combattere pero' !
15-04-2014, 06:25 PM
Cerca Cita messaggio
Vittorio Mantovani Offline
Junior Member
**

Messaggi: 23
Discussioni: 7
Registrato: Mar 2014
#28
RE: Programma F35
Stealth non significa invisibile, ma furtivo. E perfino i B2 venivano scortati, durante le missioni sulla Iugoslavia, cioè contro una difesa antiaerea degna di questo nome, non gli accrocchi di qualche accattone col turbante. Sull'EF ho molti dubbi, la macchina ha subito notevoli ritardi per problemi tecnici e politici, in pratica è un caccia degli anni 80 che vola oggi su scenari completamente diversi da quelli ipotizzati in principio. Che abbia grossi margini di crescita, è tutto da vedere, le sue prestazioni come caccia bombardiere pare non siano esaltanti, e infatti quasi tutti i Paesi che hanno l'F16 se lo tengono, e altri, come gli Emirati, lo hanno scelto, il block 60, al posto dell'EF. Fa caso a parte l'Arabia Saudita, ma a suon di mazzette miliardarie alla monarchia. E comunque non lo ha certo scelto come asset da attacco, né prevede di allestirlo in futuro in questo ruolo, avendo già in linea Tornado e Strike Eagles ed essendo, comunque, anche se non ufficialmente, interessata all'F35.
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 16-04-2014, 10:10 AM da Vittorio Mantovani.)
16-04-2014, 10:07 AM
Cerca Cita messaggio
Gorgo Offline
Posting Freak
*****

Messaggi: 2.083
Discussioni: 49
Registrato: Mar 2014
#29
RE: Programma F35
Chiedo scusa sulla questione CFT - Tranche 3A italiani... è solo che avevo notato l'assenza dei "bozzi" presenti su quello della RAF, e pensavo fosse un'assenza totale irreversibile. Per restare in tema... è tramontata definitivamente la possibilità di installare sul Typhoon un pod per designazione bersaglio al posto di uno dei due missili BVR conformi anteriori? Liberare il pilone ventrale bagnato non sarebbe affatto male!
PS sarei quasi pronto a scommettere su una futura integrazione dello Storm Shadow sull'F-35. Magari non subito, ma probabilmente ci si arriverà. Se non altro in quel caso potremo fare a metà dei costi con gli inglesi, come per il Meteor.
16-04-2014, 01:51 PM
Cerca Cita messaggio
cold barrell zero Offline
Junior Member
**

Messaggi: 3
Discussioni: 0
Registrato: Mar 2014
#30
RE: Programma F35
Scusate, posso fare il bastian contrario?

Stiamo parlando di un veicolo che delle prestazioni cinematiche inferiori ai caccia di 4° generazione, capacità stealth solo nei confronti di radar in banda-X frontalmente (secondo Boeing) o comunque "moderate", velocità massima intorno a 1.6 Mach (ok, non è così importante), niente supercruise, costo operativo x ora doppio dell'F-16 (aereo di cui sarà il principale sostituto) mentre di quello di acquisizione è meglio non parlarne, una suite avionica piuttosto problematica (ma che farebbe la gioia della "generazione I-Pad", se funzionasse), una serie di gravosi compromessi "inflitti" dal delirio dei Marines (capacità STOVL, apertura alare massima, pesi conseguenti e necessità di scartare anche i sistemi di sicurezza delle linee di carburante, rendendolo più vulerabile in caso di danni) . In base al livello di minaccia, uno si potrebbe pure "accontentare" (il pericolo è più USA che nostro), se non fosse continuamente in ritardo su tutti le milestone del programma e con costi che sono letteralmente "esplosi". Sarebbe interessante vedere l'F-35 in prospettiva da qui ai prossimi 30 anni contro le possibili minaccie future, cosa che in passato gli americani spesso facevano confontando i loro velivoli con quelli avversari/radar/sistemi missilistici/armi ad energia diretta (perchè non possono essere ignorate nel medio periodo) ma che LM evita sapientemente di fare nel suo "marketing virale" continuo (oggi festeggiano le 15.000 ore di volo, di cui "più della metà ottenute da velivoli operativi? Sa di burla ......)
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 16-04-2014, 05:21 PM da cold barrell zero.)
16-04-2014, 01:55 PM
Cerca Cita messaggio
luzzone Offline
senior member
*****

Messaggi: 1.024
Discussioni: 1
Registrato: Mar 2014
#31
RE: Programma F35
Se modifichiamo la definizione dell'F 35 da invisibile a furtivo e lo facciamo scortare dagli ECR per andare in missione cade tutta l'impalcatura del progetto, ho sentito le parole del capo di SM AMI che ha affermato che un F 35 e' in grado di decollare e da solo con altri F 35 e' in grado di colpire gli obbiettivi senza essere visto.....c'e' qualcosa che non torna !
Il fatto e' che non ci deve essere un preconcetto pacifista sugli F 35, diciamocelo tra noi appassionati dei problemi della difesa, purtroppo questo progetto sta andando avanti con problemi molto difficili con presupposti, vedi la stealthness, che si stanno rivelando molto discutibili, con la possibilita' di controllo da parte della nostra industria marginali il tutto con una previsione di costi da far accapponare la pelle...per forza e' diventato una bandiera della contestazione da parte di tantissimi in Italia. Questo non vuol dire che tra un po' di anni non ne possiamo acquistare una quarantina con il mix che ci servira' allora, intanto sviluppiamo al meglio l'EF 2000 abbiamo tempo per decidere anche perché, nessuno tra noi lo dice, ma tra 20 anni potranno sicuramente esserci degli UCAV che cambieranno le prospettive dell'interdizione e potrebbe darsi che essersi svenati per l' F 35 possa essere stato un grave errore.....chissa ?
16-04-2014, 04:12 PM
Cerca Cita messaggio
Niccolò Piombanti Offline
Junior Member
**

Messaggi: 42
Discussioni: 1
Registrato: Apr 2014
#32
RE: Programma F35
Non esiste nessun cambiamento di prospettiva da 'invisibile' a 'furtivo'. Semplicemente il termine invisibile è una semplificazione giornalistica della stampa generalista nostrana, ma non è mai esistito nulla di totalmente invisibile allo spettro RF né F-35, né F-117, né F-22 né tantomeno B-2.
Stealth significa ed ha sempre significato in inglese appunto furtivo. Altro termine corretto per tutti questi velivoli è VLO (Very Low Observability) ovvero a bassissima osservabilità.
Quello che significa è che se un dato radar vede un caccia come un F-15 a 300km, magari riesce a vedere un caccia con caratteristiche VLO solo 30 km non che non lo possa vedere mai in assoluto. Però la cosa fondamentale è che unsistema di difesa aerea integrata che era in grado di coprire un dato territorio da velivoli convenzionali, ora si trova a coprire solo aree spot da una minaccia stealth, la quale può penetrarne le maglie che risultano di molto allargate. Il concetto di sfruttare la stealthness è appunto sempre stato basato su di un misto di bassa osservabilità dei velivoli e sfruttamento di questa tramite una corretta pianificazione della missione e i vantaggi sono tutt'altro che trascurabili. Poi certo, se ho anche una scorta che fa jamming e SEAD è lapalissiano che stia ancora meglio, ma con aerei non VLO sarebbe addirittura suicida fare a meno di tale scorta contra difese aeree integrate moderne. Non scordiamoci poi che tali 'critiche' vengono da chi (Boeing in testa) sta cercando il modo di ottenere ulteriori ordini per i Growler in modo da tenere aperta la linea di produzione del Super Hornet, dettaglio non di poco conto.

Anche nel combattimento aria aria BVR la bassa osservabilità gioca un ruolo fondamentale. Se caccia di quarta generazione possono vedersi a vicenda a distanza superiore rispetto alla gittata massima dei missili che trasportano (Aim-120, R-77, etc.) lo scontro sarà determinato da molti fattori. Se però chi siede su un mezzo VLO vede l'avversario molto prima di essere visto a sua volta, potrà portarsi in condizioni di lanciare il proprio armamento quando l'avversario non è ancora nemmeno in grado di sapere che un caccia nemico è nell'area. Il vantaggio di situational awareness è drammatico (per chi non ce l'ha).
16-04-2014, 05:22 PM
Cerca Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: Libero, 3 Ospite(i)